Arrivano gli Etruschi a Napoli, opening della mostra al Mann

Arrivano gli Etruschi a Napoli, opening della mostra al Mann

Aprirà il 12 giugno la mostra Gli Etruschi e il MANN, a cura di Paolo Giulierini e Valentino Nizzo, promossa dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, con l’organizzazione di Electa.
Seicento i reperti che saranno presentati al pubblico: almeno duecento opere, dopo un’attenta campagna di studio, documentazione e restauro, saranno visibili per la prima volta in occasione dell’exhibit. L’esposizione, che abbraccerà un arco temporale di circa sei secoli  (X- IV sec. a. C.), definirà un percorso di indagine che, sulle orme degli Etruschi, cercherà di ricostruire le fondamenta storiche di questa popolazione, la cui grandezza derivava anche dal controllo delle risorse di due fertilissime pianure, quella padana nel Nord e quella campana nel Sud.
Due le sezioni dell’itinerario di visita:  la prima, “Gli Etruschi in Campania”, avrà un carattere prettamente archeologico ed approfondirà la presenza dell’antica civiltà nel Mezzogiorno d’Italia; la seconda, “Gli Etruschi al MANN”,  valorizzerà, in una prospettiva storico-culturale, i materiali etrusco-italici acquisiti sul mercato collezionistico dal Museo di Napoli.


Ad arricchire l’esposizione napoletana giungerà poi uno straordinario gruppo di materiali dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia: si tratterà dell’intero corredo della celeberrima Tomba Bernardini da Palestrina (675-650 a.C.), sepoltura tra le più ricche e famose che il mondo antico ci abbia restituito, tanto da divenire un vero e proprio “manifesto” dell’età orientalizzante, epoca delle grandi rotte commerciali e degli scambi di beni di lusso su scala mediterranea. 
La storia della scoperta della Campania etrusca si configurerà, quindi, come uno dei capitoli più avvincenti della ricerca archeologica in Italia e nel Mediterraneo: in tal senso, il ricchissimo patrimonio, custodito nei depositi del MANN e studiato in occasione della mostra, fornirà uno spaccato inedito nel panorama espositivo internazionale.
La mostra è accompagnata da un catalogo (Electa), a cura di Valentino Nizzo. Per l’occasione è stato inoltre edito nelle pubblicazioni scientifiche “Quaderni del MANN” il volume, a cura di Valentino Nizzo, Gli Etruschi in Campania. Storia di una (ri)scoperta dal XVI al XIX secolo, strettamente correlato alle tematiche della seconda sezione del percorso espositivo.
La Regione Campania ha contribuito alla realizzazione dell’exhibit.

Comunicato stampa

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 140 posts

Pietro Battarra. Pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, passando per la Turchia e la Spagna nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Cultura 0 Comments

Brillerà l’arena di Spartaco, consegnati i progetti di restauro

Luigi Fusco – Sono stati consegnati i progetti relativi al “Restauro e valorizzazione dell’Anfiteatro romano di Santa Maria Capua Vetere, finanziati dal Ministero della Cultura per un importo di 7

Cultura 0 Comments

“Forze e Tazze”, l’omaggio della Reggia agli schiavi lavoratori

Luigi Fusco – La maestosità della Reggia di Caserta è il frutto del genio di Luigi Vanvitelli, ma anche dell’impiego di innumerevoli risorse, soprattutto umane, il cui contributo è servito

Primo piano 0 Comments

Al Comunale con Carlo Buccirosso e Maria Nazionale

(Luigi D’Ambra) –  Teatro Comunale Costantino Parravano di Caserta si prepara ad accogliere da venerdì 21 a domenica 23 aprile Carlo Buccirosso in “Il pomo della discordia” scritto e diretto da

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply