Asoc Awards 21_22, l’Itis Giordani è in finale nazionale

Asoc Awards 21_22, l’Itis Giordani è in finale nazionale

-Manca pochissimo agli ASOC AWARDS21_22 del 6 giugno, finale nazionale del progetto” A Scuola di Opencoesione”: il Giordani, diretto dalla dottoressa Antonella Serpico, è tra i quattro istituti vincitori, ammessi alla finale nazionale rispetto alle 260 scuole che quest’anno hanno partecipato al contest. L’evento finale sarà ospitato dal M9 di Mestre, in diretta con l’aula Magna del Giordani. Il team di studenti che si contenderanno uno dei quattro premi messi in palio, tra cui una giornata in Senato e al Museo del 900 di Mestre, si è occupato del monitoraggio civico di fondi europei per la nascita di una start up Linea Big Data Analytics. Il percorso nazionale è stato coordinato da OpenCoesione e Monithon, con il Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dell’Istruzione e la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, il Senato della Repubblica, il Dipartimento delle Politiche Europee, l’Istat e la Regione Campania. Il lavoro del NetErgy Team, guidato dai proff.ri Olimpia Gallicola e Carmine Moniello, e dagli studenti Francesca Pascarella, Di Caprio Alessio, Daniele Bergonzi, Pasquale De Matteis, Matteo Tescione e Raffaele Toscano, degli indirizzi di chimica, Informatica e Trasporti e Logistica, è stato molto complesso ed è durato un intero anno scolastico.

I ragazzi si sono confrontati sulle politiche di coesione europee, con le modalità di erogazione e le loro finalità di sviluppo economico inclusivo e sostenibile, attraverso attività di ricerca, analisi e monitoraggio civico; hanno dialogato con gli attori istituzionali e altri soggetti locali coinvolti nel progetto finanziato. E’ stata un’ esperienza molto complessa, ma anche molto interessante – ci hanno raccontato i due Docenti referenti -realizzata grazie alla sensibilità della nostra Dirigente, dott.ssa Antonella Serpico che da sempre sostiene la partecipazione ad iniziative di educazione alla legalità dei nostri studenti. La formazione di cittadini consapevoli e capaci di convivere democraticamente, parte dalla scuola, che rappresenta una tappa del “sistema di cittadinanza”, attraverso la conoscenza e attuazione delle buone pratiche all’esercizio della cittadinanza attiva, con l’adozione di modalità metodologiche e didattiche capaci di favorire lo sviluppo di una diffusa mentalità partecipativa. Il progetto ASOC è in linea con l’offerta formativa che l’istituto Giordani si propone di sviluppare, per preparare gli studenti a diventare cittadini attivi, garantendo loro conoscenze, competenze e capacità necessarie a contribuire al progresso e al benessere della società in cui vivono, oltre all’acquisizione di competenze strettamente tecniche e professionali necessarie per il mondo del lavoro -. Entusiasta per il traguardo raggiunto la Dirigente: – Il lavoro del Giordani – ha rimarcato la dott.ssa Serpico – va nella direzione dell’Europa, della collaborazione e della partecipazione dei giovani alla costruzione di una società solidale e responsabile, soprattutto in questa delicata fase storica in cui, per molte ragioni, sono diffusi il disorientamento, la diffidenza verso la politica e le istituzioni, le resistenze ad un impegno serio per il bene comune. La scuola costituisce un contesto privilegiato per lo sviluppo di abilità sociali, la costruzione di identità, il senso di cittadinanza, la coscienza civica e la convivenza civile. Allena, nel concreto dei processi quotidiani, a diventare cittadini consapevoli di una forma di governo che, per funzionare al meglio, ha appunto bisogno della responsabilità e della partecipazione di tutti, ad un livello il più elevato possibile. Ed è per me molto significativo che i miei studenti abbiano raggiunto questo importante riconoscimento proprio quest’anno, dedicato all’Anno Europeo della Gioventù-. Il NetErgy Team è stato accompagnato durante tutto il percorso dalla dott.ssa Antonia Girfatti, responsabile per la formazione e comunicazione di Europe Direct Caserta, struttura territoriale della Commissione Europea. Un sentito ringraziamento va al dott. Andrea Della Peruta della BIData srl, all’ing Gianpaolo Romano con il Team di Ricerca del CIRA e al DISTABIF della Vanvitelli per la loro preziosa collaborazione.

👩‍💻Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9728 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Aversa Turismo, al via lo stage dei Giovani Ambasciatori

Claudio Sacco -Sono venti i giovani impegnati nella Linea 3 del progetto “Giovani, Risorsa per Aversa” nell’ambito del bando Benessere Giovani del Comune di Aversa. Lo stage ha preso il

Cultura

L’Università Parthenope chiama a raccolta gli Atenei campani

Antonella Guarino – Tutti gli Atenei Campani riuniti per discutere su una nuova scienza all’Università “Parthenope” il 17 e il 18 maggio, questo l’intento manifestato dal Magnifico Rettore, Alberto Carotenuto,

Primo piano

Archeologia del quotidiano, Perino & Vele inaugurano a Ptuja

Redazione – «Archeologia del quotidiano» è il titolo della mostra che Perino & Vele due artisti che lavorano congiuntamente nello studio di Rotondi in provincia di Avellino, inaugurano presso la