Cambia volto l’ingresso a Casertavecchia, a breve il cantiere

Cambia volto l’ingresso a Casertavecchia, a breve il cantiere

(Comunicato stampa) – Sono stati aggiudicati i lavori di riqualificazione dell’intera area antistante l’ingresso del Borgo medievale di Casertavecchia. Nelle prossime settimane partirà il cantiere, con la realizzazione di alcuni interventi destinati a cambiare il volto della porta d’accesso al Borgo.
L’intervento, del valore di circa un milione di euro, rientra nell’ambito delle risorse del Pnrr (Capitolo “Rigenerazione Urbana”) e prevede dei lavori di notevole importanza. In primo luogo, verrà completamente riprogettato largo San Rocco, ovvero la zona ai piedi della pineta, dove avverrà una riorganizzazione complessiva dei flussi di traffico, con la previsione di parcheggi e di ingressi per il terminal bus realizzato da Air Campania. Inoltre, sarà realizzata un’aiuola spartitraffico (dove saranno collocati cipressi mediterranei e piante di lavanda) a tutela della Chiesa di San Rocco, nonché un punto di sosta e di ristoro per i visitatori.
Lavori importanti saranno quelli che prevedono il rifacimento della pavimentazione di largo San Rocco, con utilizzo di basolato bianco del Sannio, e l’apposizione di elementi di arredo urbano. Inoltre, si interverrà sul sistema di illuminazione, che sarà moderno, con l’utilizzo di lampade a led, a risparmio energetico. Un altro intervento è quello che vedrà la costruzione di una rotonda all’incrocio tra via Rossetti e l’ingresso della panoramica e, infine, ai piedi della pineta sarà allocata una lastra di acciaio corten retroilluminata, sulla quale sarà riportato il testo del Decreto del Presidente della Repubblica che nel 1960 dichiarò il Borgo medievale di Casertavecchia “Monumento nazionale”. Intanto, sempre per quel che riguarda le frazioni collinari, la Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per i lavori di messa in sicurezza della strada rurale di Via Casola, che collega Casertavecchia a Valle di Maddaloni e all’intera Valle Isclero, nell’ambito del Bando Regionale SRD07 – Investimenti in infrastrutture per l’agricoltura e per lo sviluppo socio-economico delle aree rurali. L’obiettivo è mettere in sicurezza la sede stradale rurale mediante la sagomazione del sottofondo, la posa di un nuovo manto di usura e l’installazione di un impianto di illuminazione. La nuova strada di collegamento per Valle di Maddaloni riveste particolare attenzione in quanto ospita diverse aziende agricole.
“Siamo di fronte – ha spiegato l’Assessore alla Rigenerazione Urbana della Città e dei Borghi Collinari, Domenico Maietta – a due interventi di grande importanza per le frazioni collinari. A Casertavecchia ci saranno dei lavori che ci consentiranno di riqualificare completamente la porta d’ingresso al Borgo medievale, offrendo maggiore decoro e servizi importanti ai turisti. Queste opere ci permetteranno di proseguire nell’azione di valorizzazione di questo nostro straordinario bene e, una volta terminati gli interventi, presenteremo la candidatura per far diventare il Borgo di Casertavecchia patrimonio mondiale dell’Unesco. Per quanto concerne i lavori in Via Casola, abbiamo risolto un problema che era una nostra priorità. Con questo intervento – ha concluso Maietta – realizziamo una moderna infrastruttura che collega il territorio collinare di Caserta alla porta della Valle Isclero e al territorio municipale di Valle di Maddaloni. È stato faticoso ma siamo particolarmente soddisfatti ed orgogliosi del risultato raggiunto”.

About author

You might also like

Cultura

Il mare non bagna Napoli, ne custodisce tesori e storie

(Mario Caldara) – Ormai è una consuetudine. Una piacevole consuetudine. Come già affermato in passato, Napoli – ma anche le province non scherzano – è un museo a cielo aperto

Comunicati

Maddaloni. De Luca: al via il Campo estivo VillaggioOUTdoor

-Alla luce degli ottimi risultati ottenuti nel 2020, anche per quest’anno il Villaggio dei Ragazzi ha deciso di organizzare, per i bambini e ragazzi di età compresa tra i 3 e i

Primo piano

Casale di Teverolaccio, il primo festival della birra artigianale

Claudio Sacco – Il prossimo fine settimana a Succivo, nel suggestivo scenario del Casale di Teverolaccio va in scena “C’è Birra al Casale”. E’ questo il primo festival dedicato alla birra