Vinicio Marchioni sposerà Biagio Antonacci, al Campania Fest

Vinicio Marchioni sposerà Biagio Antonacci, al Campania Fest

Sabato 26 giugno, al Campania Teatro Festival diretto per il quinto anno consecutivo da Ruggero Cappuccio e organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival, presieduta da Alessandro Barbano, Vinicio Marchioni presenta in prima assoluta nel Cortile della Reggia (Porta Grande) del Museo e Real Bosco di Capodimonte alle 21, “Sposerò Biagio Antonacci”, con Milena Mancini (in replica domenica 27). Uno spettacolo che affronta il tema fortemente attuale della violenza di genere: «La violenza di genere – spiega il regista – viene trattata attraverso il racconto di una donna normale: gli affetti, il compagno, le aspirazioni, i sogni infranti e quelli mai sfumati. Vitale e generosa, la donna racconta la storia della propria vita e la agisce; una vita spezzata da un uomo, come capita ogni giorno nell’indifferenza generale. Il sogno di sposare il cantante amatissimo è il pretesto per trattare un tema tragicamente sotto gli occhi di tutti, ben lontano dall’essere risolto; solo alla fine capiremo dov’è, a chi sta parlando e perché».

Davide Sacco scrive e dirige “Sesto potere – nascita di una democrazia violata dall’odio, dal denaro e dalla vendetta” in scena in prima assoluta sul palco Praterie della Capraia (Porta Miano) a Capodimonte, alle 21. Con Gianluca Gobbi affiancato da Tommaso Arnaldi, Renato De Simone e Valentina Violo e con la partecipazione in video di Francesco Montanari.  Dopo il quarto potere della stampa e il quinto potere della televisione, il nostro tempo è caratterizzato da un sesto potere, molto più sottile, che scivola tra gli smartphone, nelle notifiche Facebook e nelle stories su Instagram. Un potere invisibile, come invisibile è chi lo comanda, capace di condizionare le scelte politiche, la libera stampa, le nostre vite. In un garage chissà̀ dove tre ragazzi lavorano per il partito di destra: creano fake news per manipolare la campagna elettorale. È l’ultima sera prima del silenzio elettorale e i sondaggi sono a loro favore, ma quando Max Malosi, un giornalista molto seguito, distrugge in diretta il vicesegretario del partito, crollano drasticamente.

Doppio appuntamento con SportOpera. Nel Giardino dei Principi (Porta Grande), a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, alle 19, “Corrado Ferlaino – Un Napoli di passione”. Corrado Ferlaino, più volte Presidente della squadra del Napoli e del club calcistico partenopeo, è protagonista dell’incontro a cura di Claudio Di Palma e Assemedianosocialclub. «È la parola passione – scrive Claudio Di Palma – a ben sintetizzare e identificare il rapporto del Presidente Corrado Ferlaino con la sua/nostra squadra, con la sua/nostra città. La passione è ineludibile sprono vitale, persistente e irruente emozione, spiritualità quasi invasata. La stessa parola, però, porta anche i segni del sacrificio, della sofferenza, di un’ossessiva afflizione. Corrado Ferlaino è stato un Presidente passionale; ha sofferto e amato la sua squadra, i suoi giocatori, i tifosi. Una vita difficile e gloriosa. Una vita per cui sempre brindare felici (magari in uno spogliatoio del San Paolo), una vita da raccontare». Alle 21, sul palco della Manifattura della Porcellana (Porta Miano), debutta “cazzimma&arraggia – primo studio sulla passione” a cura di Fulvio Sacco e Napoleone Zavatto, con il coaching di Armando Pirozzi. In scena Errico Liguori e Fulvio Sacco rivivono il surreale racconto di due “sciarmati” alle prese con la più grande impresa manageriale e sportiva del XX secolo. Non hanno mezzi, non hanno possibilità, eppure ci riescono. Anno 1984, Barcellona, ultimo giorno di calcio mercato. I due improbabili dirigenti, chiusi da 59 giorni in una camera d’albergo, attendono da Napoli una telefonata: la conferma che i soldi per Diego Armando Maradona ci sono.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7291 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Settore wedding in Campania, possibile ripresa a metà giugno

Pietro Battarra Potrebbero riprendere a metà giugno le attività del settore wedding. A darne notizia una nota della Regione Campania. «Si è tenuta oggi a Palazzo Santa Lucia – si legge

Attualità 0 Comments

Ciambriello, il pranzo con i detenuti del carcere sammaritano

Pietro Battarra – Samuele Ciambriello, garante per le persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale,  si è nuovamente recato in visita presso il Comando Organizzazione Penitenziaria Militare ubicato nella

Editoriale 0 Comments

Storie casertane, in via San Carlo la real fabbrica di maioliche

Luigi Fusco – A Caserta, poco prima dell’avvio dei lavori di fondazione della Reggia, vennero avviate, per volere di re Carlo di Borbone, alcune imprese manifatturiere, i cui prodotti dovevano

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply