Capua. Riapertura della Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo

Capua. Riapertura della Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo

Luigi Fusco

-C’è attesa a Capua per la riapertura della Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo. L’appuntamento con i fedeli è per domenica 12 febbraio, alle 9.30, con la Santa Messa che verrà celebrata da don Gianni Branco di Parrocchie Capua Centro. La Chiesa riapre a seguito degli interventi di ristrutturazione che sono stati condotti negli ultimi mesi e che hanno interessato in particolar modo le coperture. Come da consuetudine, i fanciulli, i ragazzi e le famiglie ritorneranno ad “abitare” uno degli edifici religiosi
più antichi della città.
Difatti, in origine faceva parte del complesso monastico di San Benedetto, fondato, nel 1084, per volere
dell’abate Desiderio di Montecassino. Tale cenobio venne realizzato per ospitare una comunità di monaci
cassinesi che già dalla fine del X secolo era presente a Capua e si era stanziata in una piccola chiesa che si trovava nelle vicinanze della porta detta di Sant’Angelo. La nuova Chiesa, riedificata proprio da Desiderio, venne però consacrata dagli stessi benedettini soltanto nel 1108.
Dopo alterne vicende venne ristrutturata, la prima volta, nel 1602 sotto il cardinale Roberto Bellarmino, al
tempo arcivescovo di Capua. Qualche anno dopo venne invece affidata ai Gesuiti, mentre tra la fine del XVII e gli inizi del XVIII secolo vi vennero condotti ulteriori lavori di restauro ed ammodernamento che
riguardarono l’intero edificio. La fabbrica dei Santi Filippo e Giacomo è un vero e proprio gioiello architettonico che presenta alcuni elementi che ne caratterizzano sia l’impianto strutturale che quello ornamentale: dalle colonne di spoglio alle decorazioni di età medievale.
Al di là della sua suggestiva monumentalità, la Chiesa stessa è il centro propulsore di una serie di attività
che coinvolgono soprattutto i ragazzi e i bambini della parrocchia impegnati negli scout e nelle iniziative di catechesi.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1049 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano

“Left behind”, così Paolo Bini ha già conquistato la Reggia

(Beatrice Crisci) – «Con questa mia mostra ho inteso rispettare quello che c’è stato prima nelle sale, ovvero i grandi artisti della collezione Terrae Motus, e ho inteso rispettare un

Primo piano

Lo sbarco a Venezia. Gli architetti casertani alla Biennale

(Beatrice Crisci) – Arriva in Laguna il Manifesto sull’Architettura in dieci punti elaborato dall’Ordine provinciale degli Architetti di Caserta. L’appuntamento è per giovedì 17 novembre alle ore 15.30 presso la Serra dei

Cultura

Su il sipario, cantiere in scena. E’ la villa di Diomede a Pompei

Luigi Fusco Venerdì 2 luglio verrà presentato il cantiere di restauro della Villa di Diomede situata all’interno del Parco Archeologico di Pompei lungo la via dei Sepolcri che conduce verso