Caserta, con Max Coppeta l’optical art entra a Palazzo (Reale)

Caserta, con Max Coppeta l’optical art entra a Palazzo (Reale)

Claudio Sacco

Reggia caserta– L’arte è di casa alla Reggia di Caserta. Venerdì 11 maggio alle ore 17 nella sala di Alessandro il vernissage di Max Coppeta, esponente della optical art. «Flow. Equilibri precari liquidi alla Reggia di Caserta» è il titolo dell’intervento installativo a cura di Cynthia Penna. In occasione dell’inaugurazione, la macchina scenica sarà messa in moto attraverso una performance di danza interpretata dal corpo di ballo Skaramacay, con una coreografia di Erminia Sticchi. Previsto l’intervento di Vincenzo Mazzarella, responsabile dell’area valorizzazione della Reggia. L’intervento istallativo, promosso dall’Istituzione Internazionale Art1307 e che gode del patrocinio del Mibact – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Matronato del Museo Madre Napoli, sarà visitabile fino all’11 giugno 2018.

Nella ricerca artistica di Coppeta è spesso presente il tema di arte in quanto tentativo di essere altro: da sempre infatti scopo principale dell’intervento dell’artista è quello di simulare la realtà. La grande istallazione che l’artista presenta in questa occasione fa parte del ciclo “pioggie sintetiche”: 13 archi bianchi capovolti proteggono un inserto in cristallo inciso, in cui è applicato un materiale chimico che imita l’acqua. Il numero 13 e la forma ad arco sono un chiaro riferimento alla gabbia toracica, costituita da 12 coppie di costole, mentre la tredicesima è quella dell’artista che metaforicamente lascia nell’opera parte di sé, dono della vita alla materia inerte. Come la gabbia toracica protegge gli organi vitali, allo stesso modo la struttura dell’opera protegge il corpo vivo e fragile del cristallo. Caratteristica principale di questo lavoro è il movimento: gli archi infatti sono stati progettati per basculare, trasmettendo un senso di instabilità tipico di un flusso liquido. La capacità di movimento rende Flow una “macchina scenica” che interagisce con lo spazio e il fruitore. Molti sono i riferimenti al luogo per il quale si presenta il progetto: la Reggia di Caserta.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9731 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

“Il mare d’inverno” inonda il Castello, epici Ruggeri e Avitabile

Maria Beatrice Crisci (ph Ciro Santangelo) -«Un concerto in un posto meraviglioso che non conoscevo, Casertavecchia. Stiamo facendo pochi concerti ma tutti bellissimi. Ieri poi è arrivato sul palco il

Economia

Legge di Bilancio 2019. Commercialisti a convegno

Maria Beatrice Crisci – “La Legge di Bilancio 2019“. Questo il tema del convegno organizzato dall’Unoformat in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Caserta e

Attualità

2 giugno. Festa della Repubblica, il profumo della democrazia

Redazione -2 giugno. Caserta ha celebrato questa ricorrenza con un fitto programma iniziato con la tradizionale cerimonia al “Monumento ai Caduti”. Cerimonia organizzata dalla Prefettura di Caserta con la Brigata