Caserta. Reggia, tornano a vivere gli alberi sradicati dal vento

Caserta. Reggia, tornano a vivere gli alberi sradicati dal vento

Iniziati i lavori di rimozione degli alberi della Reggia di Caserta sradicati dal maltempo. Torneranno a “vivere” sotto forma di energia sostenibile e opere d’artigianato. A fine dicembre 2019, a causa delle avverse condizioni meteo, sono caduti nel Parco Reale e nel Giardino Inglese decine di alberi. A seguito di avviso pubblico, ne è stata disposta la cessione, a titolo compensativo, per finalità di recupero e valorizzazione.

E’ un progetto sperimentale che consente di riutilizzare i materiali, nell’ottica di favorire lo sviluppo di una filiera territoriale etica ed ecocompatibile, in linea con gli obiettivi “Salute e benessere”, “Energia pulita e accessibile”, “Città e comunità sostenibili”, “Consumo e produzioni responsabili”, “Agire per il clima”, e “La vita sulla Terra” dell’Agenda 2030. Questi “residui” non saranno trattati come rifiuto, non comporteranno una spesa di smaltimento per la Reggia di Caserta e torneranno a vivere sotto forma di energia pulita e di oggetti artistici.

L’incarico è stato affidato all’Impresa Eurogiardinaggio di Nicola Maisto. Dopo una lunga fase di stop a causa dell’emergenza Covid 19, le attività sono iniziate negli ultimi giorni. Il cronoprogramma degli interventi prevede, oltre alla rimozione delle alberature cadute, una serie di importanti opere.

Una parte del materiale legnoso sarà destinato al recupero energetico da biomasse. Tale energia sarà messa a disposizione della Reggia di Caserta attraverso un microgeneratore fornito dalla C.D.M. spa. L’impianto, altamente tecnologico, consentirà di ottenere contemporaneamente energia elettrica e termica mediante la gassificazione di scarti organici. Un’altra frazione alimenterà i macchinari dell’azienda Tessil Style.

Una porzione di legname sarà, poi, utilizzata per la produzione di compost. Attraverso la creazione di una start up, il terricciato sarà confezionato in sacchetti a marchio Reggia di Caserta e messo in vendita. Il compost verrà utilizzato anche per l’invasamento di piantine destinate ai visitatori del Complesso vanvitelliano.

Per il recupero e la valorizzazione del legname degli alberi storici, infine, saranno realizzati oggetti di artigianato e gadget, in collaborazione con la società Momi Arte e con l’artigiano Gennaro Ranieri. Le produzioni potranno essere vendute all’interno della Reggia di Caserta e saranno esposte in vetrina nel centro storico di Napoli.

“Si tratta – ha affermato il direttore generale della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – di un piccolo ma importante traguardo. La perdita avvenuta nel dicembre scorso di questi alberi rappresenta una ferita per il Complesso vanvitelliano. La condizione ormai cronica di vulnerabilità del patrimonio arboreo è stata oggetto di grande attenzione. Sono stati, per questo, pianificati ad esempio il monitoraggio e la verifica programmatica dello stato vegetativo di tutte le piante. Queste vite spezzate, però, sono diventate grazie a questo progetto sperimentale parte di un circolo virtuoso, che fa della sostenibilità e dell’ecologia il suo cardine. Parte di un percorso di gestione improntato alla cura e al senso di responsabilità”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Vanvitelli. Marino, tante le iniziative per ricordare un genio

Redazione Ph Pino Attanasio -Il Sindaco di Caserta, Carlo Marino, accompagnato dall’assessore alla Cultura Enzo Battarra, è intervenuto presso la Cappella Palatina della Reggia alla presentazione del programma di iniziative

Primo piano

Trianon Viviani, Tosca in scena con “Morabeza in teatro”

-La cantante Tosca e le donne di Forcella sono le protagoniste della prossima settimana di programmazione del Trianon Viviani – teatro della Canzone napoletana. Dopo il successo dell’inaugurazione di stagione, il cartellone, firmato da Marisa Laurito, propone

Primo piano

EchinoDesign, mostra internazionale a Città della Scienza

Luigi Fusco –EchinoDesign è il titolo della mostra internazionale presentata lo scorso 24 febbraio presso Città della Scienza a Bagnoli.  Promossa dal Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università degli