C’è alta moda alla Reggia, fashion show di Michele Del Prete

C’è alta moda alla Reggia, fashion show di Michele Del Prete

Maria Beatrice Crisci

anteaQuest’anno sarà la sontuosa Cappella Palatina della Reggia di Caserta a ospitare la sfilata di alta moda e sposa dello stilista casertano Michele Del Prete. “Fashion Show” è il tema scelto per la nuova collezione primavera estate 2019. L’appuntamento è per domenica 25 novembre alle ore 20,30. Una data non casuale. Infatti, coincide con la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. A suggellare la ricorrenza sarà l’artista M’Barka Ben Taleb, grande amica dello stilista. Dunque, non una semplice sfilata, seppure incastonata in un luogo magico, ma un evento nell’evento che avrà come protagonista non solo la moda, ma anche la bellezza architettonica di un bene patrimonio dell’umanità.

Am'barkanche quest’anno la sfilata rientra tra le iniziative per la raccolta fondi di Telethon. Nel corso della serata, tra tutti coloro che avranno dato un contributo alla storica fondazione che lotta contro le malattie genetiche, verrà estratto a sorte un abito della linea “Michele Del Prete Haute Couture”.

«La bellezza – racconta Michele Del Prete – è il mood della nuova collezione spring summer. La bellezza del corpo e quella dell’anima, che non devono essere mai violate o deturpate. Ruches di chiffon e di georgette avvolgono nelle strutture gli abiti in mikado, gazar e tripla organza. Colori che dal bouganville si mescolano ai rosa e ai rubini, incorniciati ed enfatizzati da ricami di cristalli e paillettes che illuminano scintillanti sete. Linee sinuose, sexy senza eccessi, che ogni donna può indossare e fare propri come una seconda pelle».

Una nuova collezione quella di Michele Del Prete, alias Antea, che ancora una volta in un luogo fantastico qual è la Cappella Palatina, porterà tutti in un’atmosfera incantevole e unica. Del resto lo stile si caratterizza per la sartorialità e per i tessuti preziosi, veri punti di forza di un fashion designer che è un autentico talento del territorio casertano e che da più di venti anni fa sognare le donne, non solo campane, con i suoi meravigliosi abiti da favola.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6240 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Elezioni Caserta. Battarra (Pd): Non può morire la speranza per una città migliore

“Sono candidato al Consiglio comunale di Caserta per il Partito Democratico. Lo faccio per un senso di responsabilità verso la nostra città e le persone che hanno condiviso e stanno

Spettacolo

I rimedi di Noemi alla corte della Reggia di Caserta. In video

Maria Beatrice Crisci – Sontuosa, la Reggia di Caserta è sontuosa. Sembra quasi uno spot pubblicitario della magnificenza vanvitelliana l’ultimo video clip di Noemi in abiti d’epoca. Brava l’affermata cantante

Primo piano

L’esercito del selfie sbarca a Caserta, con convegno e mostra

Pietro Battarra – La SFC, ovvero la Società Fotografica Casertana, festeggia quest’anno i suoi venti anni di attività e per l’occasione promuove un confronto e una riflessione sul significato del mezzo fotografico nella

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply