C’è Intesa, “restituita” l’Annunciazione di Sebastiano Conca

C’è Intesa, “restituita” l’Annunciazione di Sebastiano Conca

Luigi Fusco

– Nell’ambito del progetto “Restituzioni”, iniziativa culturale promossa da Intesa San Paolo, è stata selezionata l’Annunciazione di Sebastiano Conca, tela proveniente dalla Chiesa dell’Annunciazione di Sessa Aurunca. L’opera, già sottoposta all’alta sorveglianza della Sabap per le province di Caserta e Benevento, è stata, per l’occasione, oggetto di un delicato intervento di pulitura realizzato con la tecnica laser.

La tela, datata e firmata al 1758, è considerata tra i lavori più interessanti, sia dal punto di vista stilistico che compositivo, afferenti alla pittura tardo-barocca napoletana. Nativo di Gaeta nel 1680, Sebastiano Conca, sin da ragazzo, mostrò la sua particolare inclinazione verso l’arte del disegno e pertanto venne mandato “a bottega” da Francesco Solimena. Agli inizi del Settecento, si trasferì a Roma per continuare l’apprendistato presso l’atelier di Carlo Maratta. Dopo diverse esperienze fatte nella capitale papalina, Conca si diresse alla volta di Torino. Nella città sabauda ebbe modo di lavorare al servizio della corte reale, ma anche per numerose chiese e complessi conventuali.

Nel 1752 fece ritorno a Napoli dove apprese nuovi stilemi e linguaggi di natura rococò, ispirandosi, contestualmente, alle opere di Luca Giordano.

Da oltre trent’anni Intesa San Paolo, attraverso il programma “Restituzioni”, affianca le istituzioni ministeriali, quali soprintendenze e musei, nelle attività di tutela, di restauro e di conservazione; impegno che svolge anche attraverso l’organizzazione di mostre temporanee, utili a far conoscere, al vasto pubblico di appassionati d’arte, i risultati raggiunti tramite le diverse iniziative messe in campo. Al riguardo, l’Annunciazione di Sebastiano Conca verrà esposta in occasione della rassegna d’arte “Restituzioni 2021”, il cui allestimento verrà approntato, l’autunno venturo, presso le Gallerie di Palazzo Zevallos a Napoli.

Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7289 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Andrà tutto bene. I bambini colorano l’Italia

Maria Beatrice Crisci – “Andrà tutto bene”: i bambini colorano l’Italia con i loro arcobaleni. E se lo dicono i bambini dobbiamo crederci. In questo momento difficile, con l’Italia paralizzata a

Spettacolo 0 Comments

Meeting del Mare a Sapri. Tre notti tra musica, arte e incontri

Regina Della Torre – Al via da oggi e fino a domenica 3 giugno il Meeting del Mare, festival ideato e diretto da don Gianni Citro, giunto quest’anno alla XXII edizione. Dopo l’anteprima dello scorso

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply