Compagnia della Città, al Teatro Don Bosco con Galimberti

Compagnia della Città, al Teatro Don Bosco con Galimberti

Umberto Galimberti con gli artisti di Compagnia della Città & Fabbrica Wojtyla interpreta “Chronos: Ora X” di Patrizio Ranieri Ciu al Teatro Don Bosco di Caserta. Appuntamento venerdì 4 marzo ore 21. “Libro ingresso” è la sorprendente iniziativa culturale che FW Produzioni srl lancia con il supporto di Umberto Galimberti in collaborazione con Ali della Mente proprio in occasione della prima assoluta dell’opera “Chronos: Ora X” di Patrizio Ranieri Ciu. L’originale idea è quella di “interpretare” un libro come biglietto di ingresso per lo spettacolo.
È l’acquisizione del libro infatti a dare diritto al posto in teatro per assistere alla rappresentazione.
“Libro ingresso” è un libero ingresso nel pensiero del teatro. Il primo “libro ingresso” in assoluto, in copie numerate e quindi singolarmente identificate come pezzi unici, codificato anche in NFT, che consente quindi l’ingresso allo spettacolo, è “Il Club dei Vinti”, volume nel quale convergono la visione intellettuale sulla dimensione “vinti” del prof. Umberto Galimberti e quella artistica della narrativa filmica di Patrizio Ranieri Ciu. Il teatro è nel libro: oltre alla particolarità del progetto è palese l’innovazione di una visione d’insieme finalmente alterativa e illuminante della cultura. In tal modo, il teatro, divenendo anche motivazione per la lettura di un libro, dilata e quindi rinnova il tempo di riflessione intellettuale dello spettatore spesso ridimensionato dal ritorno alla “normalità” della vita quotidiana dopo ogni rappresentazione.L’opera: l’ultima immagine lasciata dallo specchio infranto“Chronos: Ora X” è il messaggio etico rivolto a tutti, senza distinzione tra giovani e vecchi, tra privilegiati e umiliati, tra vittime e carnefici. Riunisce il pensiero filosofico di Umberto Galimberti a quello poetico di Patrizio Ranieri Ciu, due straordinari pensatori che attraverso percorsi esistenziali di singolare intensità ma totalmente diversi hanno raggiunto la medesima visione. L’Ora X risiede nella sola circostanza priva di affanno che il Tempo ci concede: il Teatro.
Chronos: Ora X” è la nuova tragedia che intende recuperare la funzione della tragedia greca. L’opera, aperta a una generazione di giovani artisti, quelli di Compagnia della Città & Fabbrica Wojtyla che accanto a Umberto Galimberti la interpretano come vita che vorrebbero vivere, è la rappresentazione concettuale sulla scena di ciò che siamo diventati: lo specchio infranto della nostra perduta identità. “Finché c’è vita non c’è speranza”. Sì, ma con la coscienza ed il coraggio di cercare in ogni frammento di quello specchio infranto la visione di quanto abbiamo perso.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9685 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Il Vescovo Lagnese si presenta: “Abito nella città che Dio ama”

Maria Beatrice Crisci – «Vengo dalla bella isola d’Ischia dove sono stato pastore di quella chiesa per circa otto anni, ma le mie origini sono proprio di questa terra. Come

Food

Dolce d’arte, panettone albicocca e gianduia di Guido Sparaco

Pietro Battarra -Nasce dalla creatività del giovane pasticciere Guido Sparaco il panettone albicocca gianduia e amaretto. «I nostri panettoni – ricorda il patry chef – sono realizzati esclusivamente con lievito madre,

Arte

Arte e tecnologia alla Reggia di Caserta con il Cyberfest

Claudio Sacco – E’ il più grande festival di arte e tecnologia della Russia ed è realizzato dal Cyland Media Art Lab di San Pietroburgo.  E per la sua prima volta in Italia,