Cure per i disabili al 100% a carico dello Stato. Gemma, sentenza umana

Cure per i disabili al 100% a carico dello Stato. Gemma, sentenza umana

Gaia Nugnes

-“Stop alle richieste dei Comuni di pagamenti di prestazioni sanitarie che penalizzavano le famiglie a basso reddito con un disabile, queste ultime hanno rischiato di farne le spese più di altre. Da oggi, grazie a una sentenza di merito in sede civile, in linea con una decisione delle Sezioni Unite della Cassazione, le prestazioni sanitarie saranno a carico del servizio sanitario nazionale per i disabili al 100 %. E’ una sentenza solidale e umana che dà il giusto riconoscimento a chi si trova ad affrontare delle condizioni difficili a fronte di poche possibilità economiche, un passo fondamentale per i nuclei familiari con persone con disabilità al Sud Italia, maglia nera per la gestione di anziani, disabili e fragili che spesso restano privi di riconoscimenti economici perchè ostaggi delle liste d’attesa”. A dichiararlo è l’eurodeputata Chiara Gemma ECR – FDI che riprende e analizza la sentenza del 27 giugno 2023 (numero 368) del tribunale di Arezzo. Con questa decisione il collegio di giudici ha annullato l’atto con cui un Comune chiedeva il pagamento delle rette per la degenza in un centro anziani al marito di una donna disabile. “La decisione del tribunale di Arezzo stabilisce un principio di aiuto fondamentale, quello dell’assistenza a carico dello Stato delle cure mediche per persone con disabilità – continua Gemma – nel caso in cui l’ente locale dovesse richiedere la prestazione viene, così, annullato l’obbligo di pagamento”. In sostanza, sarà applicato un principio di assistenza sanitaria a carico dello Stato. E nella sentenza di Arezzo viene accolto anche il secondo motivo di impugnazione: l’atto impositivo è da revocare perché fondato su un contratto “radicalmente nullo”. L’addebito del costo del ricovero è stato valutato dai giudici “contrario a norme imperative”, dal momento che “in tali condizioni, nelle quali il ricovero è prevalentemente a contenuto sanitario, anche le prestazioni di carattere assistenziale devono ritenersi assorbite e a carico del servizio sanitario nazionale” ( sentenza del 27 giugno 2023 n. 368, corte d’appello di Venezia, sent. 11/11/2005 e Cassazione S.U., sent. 1003/93). “La decisione vale soprattutto per i disabili non autosufficienti e con il bisogno costante di assistenza – continua l’eurodeputata – così, al termine della cura in una struttura, quando le famiglie riceveranno dall’ente locale il “conto” potranno fare opposizione. In Italia, il meccanismo di trasmissione intergenerazionale della povertà è più intenso che nella maggior parte dei paesi dell’Unione europea e se la bussola si sposta verso il Centro-Sud Italia la riduzione della popolazione giovane ha un impatto più rilevante nelle aree interne, secondo l’Istat (Rapporto annuale 2023 Istat) – conclude Gemma – l’ulteriore dispendio economico nella cura di un disabile in famiglia, soprattutto se anziano, rischia di esasperare i già noti elementi di fragilità del nostro Sud Italia. Per questo credo che questa sia una sentenza solidale e umana”.

About author

Gaia Nugnes
Gaia Nugnes 19 posts

Sono una studentessa di scienze e tecniche psicologiche presso l'Università Federico ll di Napoli. Ho vissuto un anno in Brasile grazie al progetto Intercultura, imparando e perfezionando le lingue portoghese e inglese. Ho fatto parte dell'associazione studentesca Unione degli Universitari di Napoli.

You might also like

Spettacolo

Serate al Foyer del Comunale, si balla con le Kethane Gipsy

Maria Beatrice Crisci -Sabato 7 maggio doppio appuntamento gitano per le “Serate al Foyer”, una iniziativa della GenoveseManagement con la direzione artistica di Donato Tartaglione e in collaborazione con il

Primo piano

San Silvestro. Parola d’ordine “festa”. Protagonista la tavola

Maria Beatrice Crisci -Parola d’ordine «festa». È la tavola la protagonista di questa notte, l’ultima dell’anno. Ormai, sull’onda di note trasmissioni televisive, l’attenzione per il buon cibo e per le

Primo piano

Un borgo di libri. L’Italia che verrà secondo Marco Bentivogli

Maria Beatrice Crisci -Il ricco cartellone di Settembre al Borgo 2020 , organizzato da Comune di Caserta con il sostegno della Regione Campania, presenta oltre alla musica anche incontri, per