Un casertano al Festival della Musica Italiana a New York

Un casertano al Festival della Musica Italiana a New York

Il Festival della Musica Italiana di New York porta in finale 10 nuovi talenti con brani inediti selezionati in tutto il mondo, cinque provenienti dall’Italia come vincitori di altrettanti Festival e altri cinque dal resto del pianeta.
Si tratta del secondo Festival della canzone d’autore italiana più grande al mondo, dopo quello di Sanremo, che giunge alla sua nona edizione l’11 settembre 2016.
Tra i 10 finalisti c’è anche il Maestro Martino Nacca, un cantautore dalle origini casertane (la famiglia d’origine è di Macerata Campania/Portico di Caserta) che vive in Brasile. La sua canzone, “Dimmi perché”, prende ispirazione dagli anni d’oro italiani, dal miracolo economico in poi, quando i jukebox animavano le calde estati Italian style.
Il ritmo del brano ha un sapore latino e le parole suonano di romantica ironia, proprio come alcune canzoni di quegli anni. Nacca racconta «Mia madre, che ha vissuto la propria giovinezza ed il primo amore proprio in quegli anni, ha creato l’introduzione a questo brano, pronunciando “Dimmi perché” mentre creavo la musica e, da lì, ho scritto il resto.
Quindi devo anche a Lei questo successo, perché, essere uno dei 10 finalisti a New York, è già un successo di questo mio nuovo percorso artistico che mi presenta come cantautore».
L’evento, che vedrà la partecipazione di noti artisti, come Pupo e Paolo Vallesi, si terrà al Master Theater di New York alle ore 15,30 locali e si potrà seguire la manifestazione in diretta su radio ICN a partire dalle 21,30 italiane di domenica 11 settembre 2016.

Fonte. Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8815 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Reggia di Caserta, la guida misterica del duo Meluzzi-Barrella

Maria Beatrice Crisci – «Dopo questo libro nulla sarà mai più come prima!». Parola dell’avvocato Tiziana Barrella e dello psichiatra e scrittore Alessandro Meluzzi, autori del volume “I segreti della Reggia

Attualità 0 Comments

Future Labs Plus, all’Itis Giordani di Caserta l’evento finale

Maria Beatrice Crisci – L’Itis Giordani di Caserta diretto dalla dirigente Antonella Serpico come scuola Polo FutureLabs ha ospitato la manifestazione finale del Progetto “Scuola digitale per il 21mo secolo”.

Primo piano 0 Comments

Panopticon e anopticon: quando il Grande Fratello ti guarda

Jacopo Varchetta* – Il filosofo e riformatore politico inglese Jeremy Bentham (1748-1832) concepì nel 1791 un carcere modello che, secondo lui, era molto più economico e funzionale della deportazione dei

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply