Da Ruviano a New York, medaglia d’oro per l’olio Petrazzuoli

Da Ruviano a New York, medaglia d’oro per l’olio Petrazzuoli

-L’olio Petrazzuoli di Ruviano sul tetto del mondo per il terzo anno consecutivo: nuova medaglia d’oro a New York. Il ‘Fontana Lupo’ premiato nuovamente tra le eccellenze al NYIOOC: “Premiata la passione e la nostra storia” Dalla piccola Ruviano al tetto del mondo. È l’ascesa dell’Azienda Olivicola Petrazzuoli che con il suo “Fontana Lupo” si è aggiudicata la terza medaglia d’oro consecutiva al NYIOOC – International Olive Oil Competition, la competizione tra etichette di olio che si tiene ogni anno a New York. Un riconoscimento tributato non solo all’autentica genuinità di un ottimo prodotto finale ma alla sua storia che affonda le radici in una tradizione che dura da secoli. Basti pensare che il nome “Fontana Lupo” discende da una fonte in tufo, probabilmente di origine romana, presente sui terreni dove insistono gli ulivi, e dove, appunto, i lupi presenti nei boschi vicini andavano ad abbeverarsi. Quell’acqua e quei terreni hanno poi dato vita ad un’azienda che si sta imponendo come fiore all’occhiello dell’intera Terra di Lavoro. “Ci sono piante di ulivo che hanno anche 900 anni – spiega il titolare Giovanni Petrazzuoli, pediatra con l’olio nel Dna – Mio padre ha coltivato quei terreni, mio nonno, che li ha comprati, ha lavorato quei terreni. È una storia tramandata di generazione in generazione nella nostra famiglia”. Una tradizione che rappresenta, nel caso dell’Olio Petrazzuoli, il segreto più grande del successo. “Cerco anche oggi di riprodurre le loro tecniche – prosegue – A partire dal sovescio di favino che veniva utilizzato come concimante naturale per dare azoto nel terreno. Preferisco adottare tecniche naturali perché la terra va rispettata. È la madre che genera la vita e se la si rispetta il bambino nasce sano”, dice Petrazzuoli.

Diverse i tipi di oliva coltivati nell’azienda olivicola di Ruviano: dalla Caiazzana, un ecotipo coltivato in quelle aree da 3000 anni, all’Ortice, varietà molto profumata. “Ognuna ha la sua connotazione – prosegue l’imprenditore – E va curata secondo le sue caratteristiche per far esprimere al massimo il suo prodotto”. I frutti di quest’amore di famiglia sono finiti nel premiato “Fontana Lupo”, un blend di diverse varietà sapientemente miscelate dal produttore. Un olio capace con il suo sapore e con i suoi profumi di catturare la giuria di esperti d’oltreoceano. “In questi concorsi si entra sempre in punta di piedi, anche se dopo le precedenti medaglie d’oro un pochino ci speravo”, rivela Petrazzuoli. “È sempre un’emozione enorme – sottolinea Petrazzuoli – perchè viene premiata la passione e la storia. Questo tipo di soddisfazioni ci fanno comprendere che ne vale la pena ritornare ogni giorno a lavorare tra quei terreni”. Una gioia che è quella di un’intera comunità, dell’intera provincia di Caserta e del “Made in Italy” che si ritrova così sulla vetta del mondo per il terzo anno consecutivo. Già, il doveroso tributo al lavoro, all’abnegazione, alla dedizione verso un prodotto e la sua storia. Un riconoscimento che si aggiunge all’ingresso in Guida del Gambero Rosso per il 6 anno consecutivo e al premio Flos Olei che ha inserito l’azienda del piccolo comune dell’Alto Casertano per il 4 anno consecutivo tra le migliori 500 del mondo.

👩‍💻Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8447 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Michelina Di Cesare, Nadia Verdile al liceo Manzoni di Caserta

Alessandra D’alessandro -Al liceo Manzoni di Caserta domani giovedì 19 maggio si parlerà della brigantessa Michelina Di Cesare che rivive nel libro di Nadia Verdile, giornalista e scrittrice. Appuntamento nell’aula

Primo piano 0 Comments

Un gelso, un bambino. La campagna del Real Sito di Carditello

Da oggi online la campagna “Mille gelsi per Carditello” per realizzare il viale dei gelsi e donare un albero a ogni bambino. Il Real Sito di Carditello lancia la sua prima campagna di

Cultura 0 Comments

Mann e Invitalia per l’innovazione, webinar su piattaforma Teams

Luigi Fusco -Il Mann in Campus/Federico II con Invitalia per un appuntamento online dal titolo Innovazione, paesaggio, ruralità le misure di Invitalia. L’iniziativa, a cura di Lucio Bifulco e Daniela

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply