Domenica al Museo, alla Reggia il primo ottobre ingresso gratuito

Domenica al Museo, alla Reggia il primo ottobre ingresso gratuito

Redazione

-Prima giornata d’autunno gratuita alla Reggia di Caserta. Il 1° ottobre torna Domenica al Museo, iniziativa del Ministero della Cultura che ha istituito una giornata di ingresso gratis nei musei e nei parchi archeologici statali la prima domenica di ogni mese. Gli Appartamenti Reali e il Parco Reale (Giardino inglese chiuso) saranno visitabili con biglietto gratuito.

La Reggia di Caserta, patrimonio Unesco, accoglierà i visitatori con la magnificenza delle sale del Palazzo reale e la meraviglia del Museo verde che inizia a tingersi dei colori autunnali. Il pubblico potrà attraversare gli Appartamenti del Re, con il trionfo del neoclassicismo delle anticamere e degli spazi di rappresentanza, e quelli dei Principi ereditari, pervasi dall’energia del Barocco. Lungo il percorso museale sarà possibile riflettere sul significato dell’arte nel tempo con le incursioni della contemporaneità della collezione Terrae Motus, riallestita di recente negli spazi del Palazzo. Nella Sala del Presepe, poi, spazio all’immaginazione grazie all’esposizione permanente del Presepe di corte, con le sue centinaia di rappresentazioni di episodi di vita quotidiana del Settecento e dell’Ottocento.

La visita potrà proseguire al Parco reale con i suoi oltre 100 ettari di rigogliosa vegetazione. Dalle praterie dell’asse centrale, al Bosco vecchio con la sua forza rigenerante e la suggestiva Castelluccia, alla lunga via d’acqua, circa due chilometri di vasche e fontane monumentali che ricordano i miti più antichi. Il percorso nel Museo verde termina alla Fontana di Diana e Atteone, bacino che ospita il gruppo scultoreo realizzato dagli scultori Pietro Solari, Paolo Persico, Angelo Brunelli e Andrea Violani, su un modello di Tommaso Solari e che accoglie il fragore delle acque della cascata del Torrione. Per la visita al Parco reale sarà possibile scegliere di usufruire dei servizi di trasporto del Museo: noleggio bici, golf car o navetta. Aperti anche i servizi di ristorazione: caffetteria, buvette e ristorante per una gustosa pausa circondati dalla bellezza. I biglietti per domenica 1 ottobre saranno disponibili su TicketOne dalla mattinata del 25 settembre fino ad esaurimento posti. In sede, presso la biglietteria in piazza Carlo di Borbone, a partire dalle 8.30 dell’1 ottobre fino a termine della disponibilità. Tutti i visitatori, anche i minori, devono essere muniti di titolo di accesso.

I biglietti saranno contingentati per numero e fascia oraria. Non sarà possibile accedere al Complesso vanvitelliano in un orario diverso da quello indicato sul proprio biglietto. Si suggerisce quindi di recarsi ai cancelli (piazza Carlo di Borbone o corso Giannone) in quella fascia oraria. Non è consentito riaccedere al Complesso vanvitelliano una volta usciti. Il biglietto viene, infatti, annullato.

Al fine di migliorare la gestione dei flussi, verranno create due file distinte: l’una per i possessori del biglietto “Solo Parco”, l’altra per quelli del biglietto “Parco+Appartamenti”. I titolari di questi ultimi saranno tenuti a un percorso fisso: prima gli Appartamenti reali, dopo il Parco reale.

Saranno aperti Appartamenti reali (gruppi di max 20 persone) e il Parco reale. Chiusi le Sale Vanvitelli, il Giardino Inglese e il Teatro di Corte.

Si suggerisce di consultare gli orari di apertura e chiusura del Museo:

Appartamenti Reali dalle 8.30 alle 19.25 con ultimo accesso alle 18.15;

Cappella Palatina dalle 8.30 alle 18.15 con ultimo accesso alle 18.10;

Parco Reale dalle 8.30 alle 17.30 con ultimo accesso alle 16.30.

Si invitano tutti i visitatori al massimo rispetto del patrimonio museale e al rigoroso rispetto del regolamento di visita che è possibile consultare sul sito istituzionale del Museo e a questo link Regolamento – Reggia di Caserta (cultura.gov.it)

About author

You might also like

Attualità

Il sindaco Lombardi: sì al cicloturismo a Piana di Monte Verna

Maria Beatrice Crisci – «Il turismo sostenibile è una nuova frontiera. Credo che alla luce di quello che è accaduto con la pandemia e la relativa chiusura ci sia stata

Primo piano

Leucemia, la Vanvitelli identifica la proteina responsabile

-Identificata una proteina responsabile dello sviluppo delle leucemie. Una proteina che potrebbe diventare quindi un bersaglio di terapie farmacologiche, rendendo questo tipo di tumore sempre più curabile. In uno studio

Arte

Da Sant’Elmo ai Castelli della Campania, la mostra è servita

– La Direzione regionale Musei della Campania, diretta da Marta Ragozzino, nell’ambito delle sue funzioni di coordinamento delle attività di valorizzazione e promozione del Sistema Museale Nazionale nel territorio regionale,