Femminile e plurale, la Cgil Caserta discute di parità e diritti

Femminile e plurale, la Cgil Caserta discute di parità e diritti

Claudio Sacco

– La Cgil di Caserta ha organizzato per domani martedì 12 ottobre alle 16.30, a Palazzo Paternò di Via San Carlo a Caserta, un incontro su uguaglianza di genere. “Parità, femminile plurale” è il tema dell’appuntamento che vedrà la partecipazione di Susanna Camusso, già segretaria generale della Cgil nazionale e attualmente responsabile dipartimento delle politiche di genere. Con lei, la sociologa dell’Università Federico II di Napoli Giustina Orientale Caputo, Rosaria Calabrese, consigliera di parità della provincia di Caserta, Rosetta D’Amelio, consigliera del presidente De Luca per la parità di genere, e Cinzia Massa, segretaria regionale della Cgil di Caserta.
Introdurrà Gaetanina Ricciardi, segretaria della Cgil di Caserta, e coordinerà Matteo Coppola, segretario generale della Cgil di Caserta. Il giorno dopo, mercoledì 13 ottobre, alle 9.30, all’Hotel Royal di Via Vittorio Veneto a Caserta, l’incontro su “Diritti al Lavoro” con il segretario nazionale della Cgil Emilio Miceli. Sarà questo un appuntamento sullo sviluppo in provincia di Caserta sul futuro di industria, infrastrutture e reti. Con Miceli, i delegati dal mondo del lavoro, delle categorie e Matteo Coppola, segretario generale della Cgil di Caserta, Angelo Papadimitra, Cgil Caserta e Nicola Ricci, segretario generale Cgil Napoli e Campania. «Le nostre ‘Giornate dei diritti’ sono parte di un percorso con iniziative politiche di merito che ci porterà alla Conferenza di Organizzazione del 27 ottobre», dichiara Matteo Coppola segretario generale della Cgil di Caserta. Quindi, aggiunge: «Con Susanna Camusso, Emilio Miceli e Giuseppe Massafra parleremo di diritti, uguaglianza, parità di genere, sviluppo, sicurezza sul lavoro, accoglienza e integrazione in provincia di Caserta».
Poi conclude Coppola: «Siamo protagonisti della società che cambia, in prima fila sempre per difendere e tutelare i lavoratori e cittadini e la Costituzione italiana. Oggi più che mai, dopo l’attacco fascista che abbiamo subito nella nostra sede nazionale, in difesa dell’antifascismo e della democrazia in Italia».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9685 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Il sindaco Marino in visita dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Franceschini

Oggi, nel pomeriggio, il sindaco di Caserta, Carlo Marino, ha fatto visita al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini. Al centro dell’incontro la proposta,

Primo piano

Nantiscia, e sai cosa ascolti! Live al Day Twenty9 di Caserta

Pietro Battarra – Save the date! Sabato 11 novembre, alle ore 21,30, risuonerà presso il Day Twenty9 di Caserta la musica dei Nantiscia. Il gruppo è formato da Annalisa Messina

Primo piano

Napoli è “Magica”, il souvenir d’artista firmato Franz Cerami

Enzo Battarra -Nel dicembre 2020 Franz Cerami fece del Castel dell’Ovo di Napoli il luogo della spettacolarizzazione delle arti visive. L’artista e designer napoletano, conosciuto nel mondo per i suoi