Giornalisti a scuola contro le fake news alimentari. A Caserta

Giornalisti a scuola contro le fake news alimentari. A Caserta

Claudio Sacco

– Anche nel settore alimentare impazzano le fake news, le notizie inventate, false, ingannevoli. Tutto questo genera grande confusione aggravata ancor più dal web. Per fare chiarezza il Consorzio di Tutela della Mozzarella di bufala campana Dop e l’Ordine dei Giornalisti della Campania hanno promosso il corso di formazione, rivolto agli operatori dell’informazione, contro le “bufale”, dal titolo “L’impatto economico delle fake news nel settore agroalimentare”. Ospiti della giornata di ap_U1B8235profondimento saranno anche il Consorzio di Tutela del Prosecco Doc e la Fondazione Qualivita.

L’iniziativa si terrà martedì 27 febbraio dalle ore 9.30 alle 13.30 nella sede del Consorzio di Tutela, all’interno delle Regie Cavallerizze della Reggia di Caserta (ingresso da via Gasparri 1) e vale 4 crediti formativi per il triennio 2017-20lucarelli ottavio19.

Relatori su un tema di grande attualità saranno Ottavio Lucarelli (presidente Ordine Giornalisti della Campania); Michele De Simone (presidente Assostampa Caserta); Antonella Monaco (Sindacato Giornalisti della Campania); Pier Maria Saccani (direttore Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop); Luca Giavi (direttore Consorzio Tutela Prosecco Doc) e Mauro Rosati (direttore della Fondazione Qualivita).

“Le false notizie non inquinano solo la vita democratica, ma producono danni economici seri alle aziende, in particolare in un settore, come quello dell’agroalimentare di qualità, su cui i cittadini mostrano sempre più attenzione e interesse. Le uniche bufale che ci piacciono sono quelle da cui nasce la nostra mozzarella Dop, che arriva sulle tavole di tutto il mondo”, commenta il direttore Saccani.

Saranno affrontati anche gli ultimi casi finiti alla ribalta della cronaca. La relazione di Giavi e Rosati sarà dedicata alle tematiche centrali per raccontare il sistema delle Indicazioni Geografiche italiano: i dati economici e produttivi del settore Dop e Igp, l’importanza per il tessuto territoriale, la comunicazione, la sostenibilità, ma anche il corretto uso di linguaggio e terminologia per valorizzare le grandi eccellenze tutelate sui mezzi di comunicazione.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Summer School Vanvitelli sull’Appia, prorogate le iscrizioni

Luigi Fusco -Sono stati prorogati i termini di scadenza per la presentazione delle istanze di partecipazione alla Summer School “La via Appia in Campania: conoscenza, gestione e valorizzazione” A.A. 2022/2023.

Primo piano

Sputa il rospo! A Caserta il campionato regionale Poetry Slam

-Domenica 19 giugno alle 20.30 si terrà per la prima volta, nella città di Caserta, la Semifinale regionale del Campionato di Poetry Slam 2021/22. Sarà presente, per i saluti istituzionali, l’Assessore alla Cultura Enzo Battarra. L’evento sarà

Primo piano

Giù la maschera, il FAI entra nella terra delle fabulae atellanae

(Enzo Battarra) – Il FAI, il Fondo Ambiente Italiano, accende i riflettori sull’antica Atella. È questa la terra delle fabulae, è qui che sono nati la maschera di Maccus, progenitore