Grasso, Paterniti, Marchi. A loro va il premio Buone Notizie

Grasso, Paterniti, Marchi. A loro va il premio Buone Notizie

(Comunicato stampa) -Giovanni Grasso, consigliere per la stampa e la comunicazione del Presidente della Repubblica e direttore dell’ufficio stampa del Quirinale; Giuseppina Paterniti, già direttore editoriale della Rai; e Paolo Marchi, di Striscia la Notizia; sono i vincitori dell’edizione 2024 del «Premio Buone Notizie». Il prestigioso riconoscimento, giunto alla quindicesima edizione, è l’unico in Italia a premiare le «buone notizie», cioè non solo l’informazione corretta e completa, ma anche quella pronta a fare un passo in più raccontando la normalità positiva della società. Il «Buone Notizie» sceglie anche la «Buona notizia dell’anno», che sarà resa nota, come tradizione, nei giorni immediatamente precedenti il Premio.

La consegna del riconoscimento, una scultura in bronzo, fusa appositamente dall’artista Battista Marello, avverrà sabato 27 gennaio alle 16 nella Biblioteca del Seminario di Caserta (in piazza Duomo a Caserta). Il giorno della manifestazione saranno annunciate anche le attività annuali del «Premio Buone Notizie»: come il «Premio Buone Notizie Young», un concorso che prevede la realizzazione di video giornalistici nelle scuole e università italiane, per educare alla buona informazione. «L’obiettivo del Premio – dice il presidente dell’Assostampa di Caserta, Michele De Simone – è quello di promuovere e diffondere il valore dell’informazione corretta ed equilibrata». «Il Buone notizie – spiega Luigi Ferraiuolo, segretario generale del Premio – è nato dall’empito di voler promuovere i comunicatori e i giornalisti che fanno buona informazione raccontando anche i lati positivi della quotidianità: perché un buon esempio vale più di mille pur impegnati discorsi». Il «Premio Buone Notizie – Civitas Casertana», è organizzato dall’omonima associazione insieme con il «Corriere Buone Notizie» del «Corriere della Sera» per la «Buona Notizia dell’Anno», e gode del patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti nazionale e della Campania; della Fisc, Federazione italiana settimanali cattolici italiani; della Fnsi e del Sindacato dei giornalisti campani; dell’Ucsi, Unione stampa cattolica italiana nazionale, casertana e campana. Media partner «Il Mattino», «Famiglia Cristiana», Avvenire, «Tutto il bello che c’è-Tg2 Rai», «Tv2000», «Inblu2000» Radio e Agensir. Il premio è realizzato in partnership con Bcc Terra di Lavoro San Vincenzo de’ Paoli; la Camera di Commercio di Caserta; il Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop, l’Acqua Lete ed è sostenuto anche da Confindustria Caserta, «Esagono», Studio Legale Iaselli; Studio Luberto; Reale Mutua Assicurazioni-Agenzia Generale di Caserta; Istituto Alberghiero Galileo Ferraris di Caserta; Anna Maria Alois San Leucio e Tenuta Fontana.

About author

You might also like

Spettacolo

Sisma di Apice, è made in Caserta il corto in gara a Benevento

Maria Beatrice Crisci – E’ in concorso al Festival Nazionale del Cinema e della televisione, in corso in questi giorni a Benevento, il cortometraggio «Apice, terra mia» per la regia

Comunicati

Percorsi sensoriali, si presenta il plastico 3D della Reggia

-È in fase di ultimazione un modello 3D ad alta definizione della facciata, del tetto di copertura, del quarto cortile e di metà della galleria centrale del Cannocchiale della Reggia

Comunicati

Comune Caserta e Villa Giaquinto, continua il patto di collaborazione

(Comunicato stampa) -Il Comune di Caserta e il “Comitato per Villa Giaquinto odv” hanno firmato oggi il rinnovo del Patto di collaborazione per la cura, la rigenerazione e la gestione