Il Corteo Storico bene immateriale, il riconoscimento a Roma

Il Corteo Storico bene immateriale, il riconoscimento a Roma

Emanuele Ventriglia

-«Il riconoscimento scientifico del Corteo Storico di San Leucio da parte del Ministero della Cultura è una legittima gratificazione non solo per la Real Colonia ma per tutta la città di Caserta. La manifestazione leuciana è stata fatta rientrare a pieno diritto tra le espressioni del patrimonio culturale immateriale locale». Così l’assessore alla Cultura del Comune di Caserta Enzo Battarra che aggiunge: «Domani mercoledì 20 ci sarà la consacrazione a Roma nella sede dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale. Un plauso va all’associazione Corteo Storico della Real Colonia di San Leucio che con grande dedizione ha mantenuto viva la tradizione nel corso degli anni, in cooperazione con la Pro Loco di San Leucio. L’Amministrazione comunale di Caserta plaude al riconoscimento ed esprime la propria soddisfazione per aver sempre sostenuto l’iniziativa, contribuendo con la presenza dello stesso sindaco Carlo Marino alla realizzazione del corteo».

Gli esiti del progetto “Mappatura delle rievocazioni storiche sul territorio nazionale”, saranno presentati nella sede dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale – Icpi, Sala Conferenze “Diego Carpitella” in Piazza Guglielmo Marconi 10 a Roma, dalle 9 alle 18. Si tratta di un programma che ha visto protagonista, su proposta della Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento, il Corteo storico di San Leucio a Caserta.

L’interesse del Ministero della Cultura per le rievocazioni storiche nasce nel 2018 dalle sollecitazioni pervenute da alcune Soprintendenze di trovare strumenti adeguati  per la  tutela e valorizzazione di manifestazioni espressioni del patrimonio culturale immateriale locale. Nel  2019, in particolare è stato avviato un progetto di tutela partecipativa  che ha messo in luce l’importanza e la complessità di tali espressioni culturali e delle relative forme di conservazione e valorizzazione.

Una ricognizione iniziale dei cortei storici ha permesso di stilare un elenco di circa mille manifestazioni sull’intero territorio nazionale, scremato successivamente dai Responsabili per l’Area Demoetnoantropologica di ciascuna Soprintendenza sulla base dei criteri fissati dal Comitato scientifico nazionale.

La partecipazione al progetto della Soprintendenza di Caserta ha consentito l’individuazione sul territorio delle due province di Caserta e Benevento delle più importanti manifestazioni in costume legate alla ricostruzione e rievocazione di momenti storici legati all’identità storico-culturale locali.

Tutte le manifestazioni censite, tra cui la Rappresentazione storica della corte Ceva Grimaldi di Solopaca, la Quintana Storica di Melizzano, La Contesa di Sant’Eliano di Benevento, La Giostra di Castello Matese, il Corteo Storico della Real Colonia di San Leucio,  saranno mappate e georeferenziate a livello nazionale su un sito web appositamente creato. Alla fase di ricognizione è seguita una fase di ricerca  antropologica vera a propria con l’obiettivo di  approfondire e schedare secondo il modello ICH (immaterial cultural heritage) un numero limitato di rievocazioni. Per tale approfondimento scientifico è stato individuato sull’intero territorio campano il Corteo Storico della Real Colonia di San Leucio, nato nel 1976, a cui è stata riconosciuta la funzione di collante sociale attivo della comunità, fortemente legata al Real Sito, con conseguente avvio dell’iter per il riconoscimento come patrimonio immateriale nazionale.

Il 20 settembre, quindi, alla presenza dell’On. Federico Mollicone, Presidente della Commissione Cultura della Camera, di Alessandra Barbuto, delegata del Direttore Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Luigi La Rocca, del Soprintendente Abap di Caserta e Benevento Gennaro Leva e del funzionario architetto Sabap Ce e Bn Amalia Gioia (responsabile scientifica del progetto), saranno restituiti alla collettività i risultati della ricerca.

All’evento saranno presenti anche l’Assessore alla Cultura del Comune di Caserta Enzo Battarra e alcuni elementi dell’Associazione Corteo Storico della Real Colonia di San Leucio, che l’8 luglio scorso è riuscita a far rivivere Ferdinandopoli, la città utopica di Ferdinando IV di Borbone con centinaia di figuranti, tra cui il Sindaco Carlo Marino. L’evento potrà essere seguito in streaming al link:

https://call.lifesizecloud.com/5959767

About author

emanuele ventriglia
emanuele ventriglia 329 posts

Emanuele Ventriglia - Musicista e cantautore, studia la chitarra e canta fin da bambino. Iscritto alla facoltà di Lettere Moderne dell'Università Vanvitelli, ama l’arte e la creatività in tutte le loro forme. Oltre al portare avanti il suo progetto musicale, ha avviato un percorso di formazione di Marketing e Comunicazione.

You might also like

Primo piano

Dolci di Carnevale, alle chiacchiere il primato delle preferenze

Redazione -Seicento milioni di euro. A tanto ammonta il giro d’affari dei dolci di Carnevale. Un mercato in costante aumento che in due anni è cresciuto del 20 per cento.

Comunicati

Ordine del Santo Sepolcro, al Duomo investiti i nuovi delegati

– Il colonnello Andrea Sibilio, già in servizio all’Ospedale Militare e al Distretto Militare di Caserta, e il giovane avvocato Gian Marco Imbroglia sono i nuovi delegati dell’Ordine equestre del

Food

Non solo carbone (dolce), alla Befana una festa di sapori locali

Claudio Sacco – Nelle calze della Befana da un capo all’altro dell’Italia continua a imperare il carbone. Dolce, ovviamente, e per quanto possibile a base di zucchero italiano. Festa dei