Il critico Agnisola. La sua lettera-appello alla comunità artistica

Il critico Agnisola. La sua lettera-appello alla comunità artistica

Maria Beatrice Crisci

-Un appello alla comunità artistica del territorio. A farlo è il critico d’arte Giorgio Agnisola. Il messaggio diffuso da Agnisola dal suo profilo facebook è stato rapidamente condiviso, e non ha lasciato indifferente. Il suo appello, ripreso anche dal giornalista Enzo Battarra su Il Mattino di oggi, è rivolto non solo agli artisti, ma anche a tutti coloro che operano nelle arti visive, nella musica, nella letteratura, nel teatro e nel cinema. Cosa chiede Agnisola? Ecco alcuni passaggi della sua lettera-appello. «Credo – scrive Agnisola – che di fronte ai problemi che investono oggi come nubi minacciose il nostro pianeta gli artisti non possano restare insensibili. Credo che sia urgente una loro maggiore presenza, una loro testimonianza. Ciò che contraddistingue la vocazione artistica, prima di ogni altra cosa, è la libertà dell’espressione, riguardo allo stile, ai mezzi, ai contenuti della propria opera. Ma tale libertà si lega alla verità d’essere uomini, di essere nel mondo e guardare alla vita con la propria identità, col proprio sguardo, con la propria sensibilità, con la propria cultura, col proprio credo, con la propria civiltà». E ancora: «Molti sono i temi della vita odierna che preoccupano, da quello dell’ambiente, certamente tra i più urgenti, e dei conseguenti inquinamenti di varia natura, a quello delle disparità economiche e sociali e civili, tra popoli e popoli, a quelli connessi con la riduzione progressiva delle risorse nel nostro pianeta, a quello, recente, e drammatico, della pandemia. Ora le arti (dalle arti visive alla musica, alla poesia, al teatro, al cinema, alla danza, alle arti tutte) sono la testimonianza di una meravigliosa capacità dell’uomo di esprimersi e comunicare. Fin dalla preistoria hanno segnato, nei più diversi modi e contesti e nei più concreti utilizzi, il cammino dell’uomo verso la partecipazione e l’interiorità. Nel segno della comune umanità, le arti possono essere un’occasione straordinaria di incontro e di dialogo, al di là delle differenze e delle distanze culturali, sociali, ideologiche, perché di fronte alle opere l’uomo si scopre simile agli altri uomini, condividendo emozioni, idee, immaginazioni, sogni. L’artista è colui che col suo linguaggio è capace di trasfigurare la vita, pur restando ancorato ad essa».

Quindi, l’appello «agli artisti a farsi carico di questa responsabilità. Non si tratta tanto o almeno solo di assumere temi, argomentazioni, problematiche a soggetto della loro opera. Si tratta innanzitutto di formare la sensibilità e lo sguardo, di far sì che quei temi, quelle argomentazioni vivano nel loro profondo, di tenerli presente come ambiti di una necessaria e personale crescita umana e artistica. Agli artisti più che mai oggi si chiede di dare voci, immagini, suoni alle nostre speranze e ai nostri sogni, di essere protagonisti del futuro della nostra vita e della nostra storia».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8724 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

Nicola Tronco non c’è più, salvò il Belvedere e lanciò Servillo

Maria Beatrice Crisci – Ieri è finito Nicola Tronco. È stato un protagonista del restauro del Belvedere e della cultura a San Leucio. Con lui assessore comunale al turismo e

Attualità 0 Comments

Campus Manzoni. Un calcio al bullismo in Dad, evento online

Facendo seguito al service del 29 maggio 2020 dal titolo “Un calcio al bullismo…”, il Liceo Manzoni di Caserta, diretto dalla preside Adele Vairo, ed il Lions Club Terra di

Primo piano 0 Comments

Grande Fratello 15. A Baia Domizia le selezioni ufficiali

(Redazione) – Avrà perso il carattere di novità e di stupore che produsse nelle prime edizioni, ma certamente il Grande Fratello resta un evento di cui si continua a parlare

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply