Il Pozzuoli Jazz Festival ritorna nei siti archeologici flegrei

Il Pozzuoli Jazz Festival ritorna nei siti archeologici flegrei

Mario Caldara

– Sulla scia del successo dello scorso anno, quest’estate, a partire dal 1 luglio fino al 15 dello stesso mese, nei siti archeologici flegrei si suonerà jazz. Non è la prima volta, né sarà l’ultima, che eventi musicali si tengono in luoghi storici. Il ricordo di artisti come David Gilmour ed Elton John che suonano nel sito archeologico di Pompei è ancora fresco nella memoria collettiva e le ulteriori date di “musica nell’antichità” testimoniano un dato di fatto: musica e storia sono due elementi che si coniugano perfettamente e sono sinonimo di successo. Il Pozzuoli Jazz Festival si terrà in diversi luoghi suggestivi: il Tempio di Nettuno, il Parco Archeologico di Cuma e Villa Avellino. Il programma prevede le esibizioni di artisti campani e non nel campo jazz. Il 6 luglio, al Tempio di Nettuno, si esibirà la Diano Band che aprirà la serata alle 20,30 mentre alle 21,30 si esibirà Maria Chiara Argirò, giovane e promettente artista jazz, con il suo quintetto composto da Sam Rapley (sassofono e clarinetto), Tal Janes (chitarra), Andrea Di Biase (basso), Gaspar Sena (batteria) e Leïla Martial (voce). Il 7 luglio, a Villa Avellino, sarà il momento di Ivan Dalia, pianista, cieco dalla nascita, conosciuto come rivelazione di Italia’s Got Talent e musicista vero, diplomatosi al Conservatorio di San Pietro a Majella, che può contare sul suo curriculum diverse collaborazioni con artisti di livello internazionale. L’8 luglio, i Dr. Jazz & Dirty Bucks Swing (band composta da Alfredo Verga alla chitarra e voce, Alessandro Panella al contrabbasso, Luciano De Ioanni alla batteria, Ettore Patrevita al sax e Antonello Rapuano al piano) daranno spettacolo alle 21, al Tempio di Nettuno. Sempre al tempio, il 9 luglio sarà il giorno in cui si esibiranno gli Absolute Beginners per il PJF Giovani, per una serata proiettata verso il futuro, dedicata agli artisti emergenti. Il 12 luglio sarà la volta di Vincent Peirani e Emile Parisien, due jazzisti che s’ispirano profondamente a Miles Davis, colonna portante del jazz, e che si esprimeranno attraverso la propria musica al Parco Archeologico di Cuma. Il 15 luglio, invece, al Tempio di Nettuno, si esibiranno Antonio Sanchez & Migration Band. Antonio Sanchez, batterista che ha suonato anche nel Pat Metheny Group, sarà accompagnato da Seamus Blake al sax, John Escreet al piano, Orlando le Fleming al basso e dalla voce di Thana Alexa. All’insegna del jazz, sarà un’estate di emozioni, in luoghi caratteristici, con artisti dalla forte risonanza nel panorama musicale e con un particolare ricordo a Skip Nelson, cantante degli anni ’40 nato a Pozzuoli, cui questa edizione del Pozzuoli Jazz Festival è dedicata.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9731 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Editoriale

Assalto a Washington, Caserta condanna l’arroganza di Trump

Enzo Battarra «Quello che sta succedendo adesso a Washington è disgustoso». Con questo post su Facebook ha espresso tutta la sua disapprovazione per l’incredibile vicenda Trump l’antropologo culturale casertano Augusto

Cultura

Maestri alla Reggia. Arriva Sergio Castellitto

(Maria Beatrice Crisci) – Sarà Sergio Castellitto il protagonista del prossimo appuntamento della rassegna Maestri alla Reggia. Castellitto attore e regista tra i più importanti e completi del panorama italiano,

Primo piano

Raccontar Canzoni, Alessandro Haber in scena al Comunale

Claudio Sacco -“Comunalia 2021”, la manifestazione di musica e teatro, organizzata dagli Assessorati alla Cultura e agli Eventi del Comune di Caserta, vede sul palco del Teatro Comunale Alessandro Haber.