Il Premio Volturno al caseificio Ponticorvo, 50 anni di storia

Il Premio Volturno al caseificio Ponticorvo, 50 anni di storia

Regina Della Torre

WhatsApp Image 2018-05-02 at 19.07.04– È dedicato al Dio Volturno il premio istituito nel 2015 dall’Associazione Stampa della Provincia di Caserta. Consiste in una scultura o targa riproducente l’immagine della divinità fluviale conservata nel Museo Campano di Capua. È rivolto, in particolare, a quanti, a livello istituzionale e sociale, si sono resi benemeriti, per interventi legislativi, finanziari e promozionali, nei confronti del territorio e, inoltre, a personaggi di estrazione del comprensorio attraversato dal fiume Volturno, che hanno illustrato le proprie origini nel campo dell’imprenditoria, dell’arte, della cultura, dello spettacolo, dello sport. Questo lo spirito del Premio Volturno.

Tra i cinque vincitori di quest’anno il caseificio Ponticovo“Dedichiamo questo importante riconoscimento a nonno Antonino senza il quale tutto questo non sarebbe stato mai possibile”. Così Giusy Ponticorvo, responsabile marketing e vendite dell’omonimo caseificio di famiglia che ha sede ad Alvignano in via Miglio XXV, nell’esprimere la gratitudine per la consegna del prestigioso Premio Volturno arrivato per la grande capacità imprenditoriale, celebrata quest’anno con i 50 anni di attività (1968-2018).  La cerimonia di premiazione si è svolta nell’ambito della nona Mostra Mercato di Giardinaggio, Artigianato ed Enogastronomia “Giardini del Volturno” tenutasi presso l’oasi San Bartolomeo a Caiazzo.

Gli altri quattro premi sono andati al maestro Beppe Vessicchio, soprattutto per aver realizzato, oltre al libro “La musica fa crescere i pomodori”, una attività scientifica di supporto alle coltivazioni agricole, curate nei campi anche con la polifonia di Mozart, alla ricercatrice capuana del Tigem  Chiara di Malta, al Garden Club di Caserta per il quarantennale e alla Cooperativa Canapa per il rilancio del prodotto. Uno speciale riconoscimento è andato a Lutz Klinkhammer, vicedirettore dell’Istituto Storico Germanico di Roma, giunto appositamente da Berlino, studioso degli eventi bellici svoltisi nel territorio di Caiazzo, a conferma della conclamata e rinsaldata amicizia tra i popoli, al di là dei sanguinosi confronti in tempo di guerra.

Hanno introdotto e consegnato i premi il presidente dell’Assostampa Caserta Michele De Simone, Franco Tontoli giornalista de Il Mattino e l’imprenditore Loreto Marziale, dirigente della Associazione “Giardini del Volturno”, raccontando la storia e l’attività del caseificio Ponticorvo, divenuto in mezzo secolo di attività con la produzione di formaggi a pasta filata, in particolare di mozzarella di bufala campana Dop, la realtà aziendale più importante dell’intero territorio alvignanese scrivendo interessanti pagine dell’imprenditoria casertana. Una tra le poche ad aver conquistato consistenti fette di mercato in ambito nazionale ed internazionale in un momento difficile dell’economia del nostro Paese partita nel 1968 con i nonni Antonino e Giuseppina e oggi  guidata da Massimo Ponticorvo insieme alla moglie Brigida e ai figli Anna, Giusy e Antonino. Imprenditori che hanno saputo trasformare un piccolo laboratorio in un’azienda che oggi dà lavoro stabile a 40 persone ed ha chiuso il 2017 con un fatturato di 12 milioni di euro di cui circa 4 milioni sono fatturati con il Giappone, questa la nazione dove nella capitale il caseificio è presente nelle migliori pizzerie e ristoranti dall’Italian style e dove ha contribuito alla creazione del Trofeo Ponticorvo, una gara dall’appuntamento annuale che premia il miglior pizzaiolo nipponico.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7140 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Coronavirus. Medicina, Monda: attività didattica a distanza

Maria Beatrice Crisci -In questo momento di emergenza, OndaWebTv ha intervistato il professore Marcellino Monda, presidente del corso di laurea di Medicina a Caserta. “Sospese le attività didattiche in presenza

Stile

Bellezze in passerella, Palinuro vota Miss e Mister Campania

Magi Petrillo – Tre gli autobus partiti stamattina poco dopo l’alba dallo snodo autostradale di Napoli alla volta di Palinuro. Dentro le speranze, le aspettative, i desideri, le paure di

Cultura

Fare cultura è un’impresa, sostegno web di Invitalia a Ercolano

Luigi Fusco – Giovedì 22 aprile, a partire dalle 16, Invitalia, l’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, sarà presente online con il suo terzo appuntamento dedicato,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply