Incartati, la collettiva è nella chiesa di San Pietro Apostolo

Incartati, la collettiva è nella chiesa di San Pietro Apostolo

Emanuele Ventriglia

-Si inaugura venerdì 14 ottobre alle 19 nella chiesa di San Pietro Apostolo in Aldifreda a Caserta. A curarla Michelangelo Giovinale. La mostra rientra negli eventi delle Giornate Fai d’Autunno in programma nel weekend. Otto gli interventi che il critico d’arte ha affidato all’esperienza di artisti di diverse generazioni. Ciascuno, operando all’interno dell’antica chiesa di San Pietro, ha dovuto necessariamente tessere un dialogo creativo, in mimesis, con l’architettura del tempio, realizzando interventi site specific. A loro è stato chiesto di riassumere con la loro opera la storia di quel luogo, che poi è la storia dell’uomo oggi. Un lavoro espositivo complesso, dove le opere inedite non potranno in alcun modo né prescindere dal carattere religioso del luogo, né essere altra cosa rispetto al carattere distintivo dell’architettura.Questi gli artisti: Antonio Carotenuto, Cristina Cianci, Mario Ciaramella, Max Coppeta, Ugo Cordasco, Anna Crescenzi, Laura Niola e Gianfranco Racioppoli. «La mostra – si legge nella nota – vuole essere una prova di equilibrio fra la storia e la metastoria. Tutto prende forma sul cammino di Pietro, fra tutto ciò che è accaduto prima e la nostra ritrovata capacità di saper costruire, su quella pietra, con l’ausilio dell’arte, un dopo. E’ una mostra che muove su un criterio di totalità, fra reliquie di spazi vuoti, anfratti di pietra e di storia e nuovi segni di sacralità. Dovendosi incarnare, necessariamente, fra fede e cultura, storia e tempo, in un momento in cui la società accidentale vive la tentazione di costruire una società senza un Dio e contro Dio. Si è voluto per questo, anche orientarsi alla realizzazione di un quaderno d’appunti, dove ogni artista per suo conto, ha raccolto le riflessioni più intime di questo calarsi nella fede, maturati ognuno secondo la propria spiritualità, inteso come valore di universalità.
Incarnati, per una nuova umanità, con opere semplici, essenziali, senza alcun artificio, scaturite dalla lunga gestazione interiore di ogni artista varcando la soglia del Tempio di Pietro. Recano tutte una luce interiore».

About author

emanuele ventriglia
emanuele ventriglia 364 posts

Emanuele Ventriglia - Musicista e cantautore, studia la chitarra e canta fin da bambino. Iscritto alla facoltà di Lettere Moderne dell'Università Vanvitelli, ama l’arte e la creatività in tutte le loro forme. Oltre al portare avanti il suo progetto musicale, ha avviato un percorso di formazione di Marketing e Comunicazione.

You might also like

Primo piano

Salotto a Teatro, al foyer con l’attore Francesco Pannofino

Redazione -È per sabato 24 febbraio alle ore 17 un nuovo appuntamento de “Il Salotto a Teatro”, il ciclo di incontri tra i protagonisti della scena e il pubblico, nel

Spettacolo

Mettilo in agenda! Tutti gli eventi imperdibili del week end

Emanuele Ventriglia -Non sai cosa fare durante questo fine settimana? Ecco i principali eventi che si svolgeranno durante questo fine settimana. Venerdì 5 aprile – Santa Maria Capua Vetere, ore 18. Presso la

Primo piano

Coldiretti Napoli, esperienze di cibo sano per piccoli agrichef

– Una giornata, sabato 29 gennaio, interamente dedicata a percorsi esperienziali sul cibo sano, con laboratori per piccoli agrichef, dove i bambini potranno partecipare in modo gratuito e nel pieno rispetto delle