La Coscienza delle Donne va in scena al Teatro Comunale

La Coscienza delle Donne va in scena al Teatro Comunale

Pietro Battarra

– Sarà una settimana intensa di iniziative nell’ambito della settimana di sensibilizzazione alla lotta alla violenza sulle donne “Non basta dire basta!”. Iniziativa questa promossa dall’Assessorato all’Istruzione, alle Politiche giovanili e alle Pari opportunità del Comune di Caserta. Dopo una lunga chiusura, il teatro comunale torna ad aprire le porte alla città con l’opera teatrale “La Coscienza delle Donne”, scritta da Patrizio Ranieri Ciu e messa in scena dalla Fabbrica Wojtyla & Compagnicompagnia della citta pat2a della Città, e l’iniziativa #onemore, il lancio di un hashtag per la condivisione universale dell’unico principio valido per distruggere il fenomeno della violenza sulle donne.

L’opera, dedicata alla difficile condizione della donna in una società ancora profondamente ineducata all’amore per l’altro, è il frutto di una profonda osservazione motivata della condizione al femminile interpretata da giovanissime attrici tra i 14 e i 25 anni. Sono attrici così giovani che affrontano con cognizione di causa storie adulte, drammi e ferite dell’universo Donna. Adolescenti che ripropongono gli adulti agli adulti con una propria interpretazione, disincantata visione del complesso mondo reale in cui viviamo il quale resta, purtroppo, il solo immutabile futuro che queste giovani ragazze hanno davanti.

teatro comunaleA supporto di questa riapertura all’insegna della più alta forma di teatro, quello sociale, sarà significativa la presenza sul palco di Michele Rea, fratello di Melania Rea, guerriero contro la violenza di genere, primo “uomo in più” della serata e delle donne maggiormente rappresentative della nostra società civile che, con il loro impegno quotidiano e la loro partecipazione all’evento, saranno le paladine del messaggio nuovo che la Fabbrica Wojtyla & Compagnia della Città intende lanciare a partire dalla città di Caserta al mondo intero: LA CULTURA DI UN UOMO È LA SOLA GARANZIA PER UNA DONNA.

Una affermazione che richiede una presa d’atto nel convincimento della sua assoluta validità concettuale perché la conoscenza cosciente al maschile della natura bestiale di ogni azione violenta è il traguardo che ogni uomo in vita deve irrevocabilmente raggiungere. Non basta dire basta alla violenza, occorre in assoluto che sia l’uomo a dichiarare il suo limite e ad affrontare in modo diretto e partecipato il convincimento e l’assunzione di questa singolare responsabilità, perché solo attraverso la cultura, che è innanzitutto il rispetto degli altri, si può porre fine a uno dei fenomeni più drammatici e duraturi della nostra società.

Il principio, già sottoscritto dai massimi rappresentanti delle istituzioni nazionali quali il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella e dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte e da intellettuali di spicco come Massimo Bray e Franco Roberti, verrà firmato dalla Giunta del Comune di Caserta che delibererà in diretta come prima Città d’Italia il sostegno al messaggio, dando vita ad un circolo virtuoso di condivisione dell’idea che parta dalle realtà locali, le più vicine al cittadino. Questo è il movimento #onemore. Dopo il “Me Too Movement” – #metoo, coraggiosa e cosciente dichiarazione del mondo femminile, #onemore è la conseguenza logica: l’autocoscienza del mondo maschile, l’affermazione della scelta culturale che ogni uomo può fare, è il nuovo passo per la risoluzione reale del problema. Essere un “One More” – “Un uomo in più” – a condividere il messaggio significa essere un uomo migliore, un uomo in più che “garantisce” ogni donna.

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6252 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo

La Mansarda, a Palazzo Paternò con “Il Carro dei Comici”

Maria Beatrice Crisci -Il Carro dei Comici arriva a nello storico Palazzo Paternò. E’ qui che “La Mansarda-Teatro dell’Orco” porta in scena domani 28 luglio alle ore 21 lo spettacolo

Primo piano

Carla Fracci e la Reggia. Auguri per i suoi 80 anni

(Beatrice Crisci) – Ha compiuto in questi giorni 80 anni Carla Fracci, étoile straordinaria, leggendaria. Il piacere è di averla potuta ammirare a Caserta in più occasioni. Memorabile una sua interpretazione

Primo piano

Il gospel? Si canta in napoletano con un sound mediterraneo

Enzo Battarra – «So’ figlie a Dio». Lo cantano i Neapolitan Gospel, gruppo musicale che innalza lodi e adorazioni al Signore cantando in lingua partenopea. Sono in tre e domenica 30 luglio alle 10,30 saranno nel Life

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply