La Notte di Diana. Cultura, turismo e storia a San Prisco

La Notte di Diana. Cultura, turismo e storia a San Prisco

A San Prisco cresce sempre di più l’attesa per “La Notte di Diana – Cultura e tradizione alle pendici del Tifata”, manifestazione co-finanziata dal “Poc Campania 2014-2020. Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura’”. L’organizzazione è dell’Amministrazione comunale, diretta dal sindaco Domenico D’Angelo, con in prima linea l’assessore al Marketing territoriale, Politiche giovanili e Cultura Rosaria Pasquariello.

La rassegna, che si terrà il 23 ottobre, è stata intitolata a Diana, la dea storicamente legata a San Prisco, in quanto il suo tempio sorgeva alle pendici del Tifata. Tra le finalità dell’evento c’è sicuramente la valorizzazione del centro storico della cittadina. I visitatori, infatti, avranno la possibilità di ammirare le tante bellezze artistiche che incontreranno lungo il percorso che si snoderà per via Michele Monaco. Tra queste spiccano le antiche corti, che ospiteranno anche alcuni spettacoli musicali nel corso della manifestazione. Bellissima e importante testimonianza del nucleo storico abitativo di San Prisco è la Torre dell’Orologio. La sua costruzione risale al 1776 in località lo ‘Trivice’; fu fatta in economia dall’Università del Casale di Santo Prisco, con maestri muratori di San Prisco e Casapulla. Dal punto di vista simbolico, può considerarsi come l’emblema della “civitas” samprischese. I visitatori, inoltre, potranno apprezzare la Chiesa Arcipretale, dedicata a San Prisco, e la Cappella di Santa Matrona che, secondo una lapide esistente nella Basilica stessa, sarebbero state costruite tra la fine del V secolo e gli inizi del VI. La Basilica, com’è visibile ai giorni nostri, presenta una facciata risalente al 1763 e un campanile frutto di un progetto diretto da Luigi Vanvitelli. Altro cimelio che potrà essere visitato durante “La Notte di Diana” è il “Sacello di Santa Matrona”, che si trova in fondo alla navata destra della chiesa di San Prisco. Nella cappella c’è un piccolo sacello quadrato, un cubicolo sepolcrale che la tradizione indica come contenente le spoglie di Santa Matrona. Tutti questi fantastici monumenti potranno essere ammirati con l’aiuto dei rappresentanti delle associazioni Il Basilisco e Storia locale San Prisco, che organizzeranno delle visite guidate.

Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7163 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Teatro casalingo. Giulivo e Colasurdo ospiti del format

– “Teatro casalingo” giunge all’undicesimo appuntamento fondendo cinema, teatro e musica. Il format voluto dall’Associazione Scena Teatro, in onda attraverso i social ed il web martedì 21 aprile alle ore

Attualità

Medicina alla Vanvitelli: la Pergamena il giorno della Laurea

Maria Beatrice Crisci – «A Caserta la cerimonia di proclamazione dei neo-laureati in Medicina e Chirurgia dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” si è arricchita con un segno tangibile del prestigioso

Primo piano

Caserta, la Compagnia della Città dà lezioni di teatro solidale

Claudio Sacco – L’appuntamento con la commedia Prova d’Attore è per oggi mercoledì 26 dicembre alle ore 19.30 presso la Parrocchia di San Clemente in San Clemente di Caserta.  Continua la tournée natalizia della Compagnia

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply