La seta di San Leucio e i progetti degli studenti di Design per l’innovazione

La seta di San Leucio e i progetti degli studenti di Design per l’innovazione

Sinergia tra università e industria: un binomio molto spesso relegato al ruolo di vuoto slogan, ma che a San Leucio – primo esempio di insediamento industriale nella storia della Penisola – assume i contorni di un vero e proprio progetto produttivo. Nel senso, cioè, che per la prima volta un gruppo di studenti del secondo anno della Laurea Magistrale in Design per l’innovazione, coordinato dalla professoressa Maria Antonietta Sbordone, raccogliendo l’invito di Rosaria Letizia e Daniela Dattero, imprenditrici del Setificio Leuciano Spa, l’opificio risorto sulle ceneri dalla più antica fabbrica serica del luogo, stanno dando corpo ad una collezione di nuovi tessuti e, dunque, alla creazione e realizzazione di prototipi che presentano, intanto, diversi gradi di sperimentazione e, successivamente, di commercializzazione.

In particolare, come spiega la docente della Sun, “su disegni di tre giovani team progettuali, l’azienda sta producendo nuovi tessuti per la creazione di una capsule collection – tre outfit, accessori e scarpe – e la realizzazione di nuove tipologie di wall paper per l’interior design”.

I lavori saranno presentati – ovviamente – in anteprima alla stampa e all’opinione pubblica nel corso di una mostra-evento sotto il titolo “Textile Design Adoptions. Adottare la produzione della seta di San Leucio per innovare”, che sarà allestita nell’hangar della manifattura “Setificio Leuciano”, in Piazza della Seta a San Leucio, il 6 luglio prossimo, alle ore 17.

“La mostra-evento – anticipa la professoressa Sbordone – che modulata su una serie di installazioni video e, appunto, sui prototipi dei risultati dei lavori degli studenti del secondo anno della Laurea Magistrale in Design per l’Innovazione, il cui scopo è appunto quello di proporre nuovi scenari per il tessile nei settori fashion oriented e interior design. Una kermesse, peraltro – aggiunge la docente – che sarà arricchita dalla presenza di esperti di vari settori, che favoriranno il confronto sui temi storici, sull’esperienza realizzata e sulle prospettive per la produzione serica di San Leucio”.

Da sottolineare – particolare di non poca importanza – che la collaborazione tra il “Setificio Leuciano spa” e l’Università ha anche favorito la partecipazione dell’ICTP-CNR (Istituto di chimica e tecnologia del polimeri del Cnr) di Pozzuoli e della Deltacon nell’affiancare gli studenti per la realizzazione dei prototipi che – come si è detto – presentano diversi gradi di sperimentazione.

Insomma, grazie alla sensibilità, disponibilità e lungimiranza di imprenditrici giovani ed intelligenti – par di capire dall’entusiasmo della professoressa Maria Antonietta Sbordone – l’Università cambia registro e si spinge ben oltre il rito formale dei protocolli d’intesa. Insomma, aggiunge: “Il Corso di Studi della Laurea Magistrale in Design per l’Innovazione promuove concretamente la cooperazione tra Università e mondo imprenditoriale. La ricerca e lo scouting delle eccellenze manifatturiere, la collaborazione e la condivisione delle scelte progettuali, i processi di innovazione per le aziende rappresentative delle eccellenze campane sono le tematiche di fondo dei percorsi formativi di design e di moda”.

Nel corso della mostra-evento saranno presentati tre progetti. Il primo, di “Fashion design”, si intitola: “TWINE” e sarà proposto dagli studenti Rosa Annamaria Funaro, Emanuela Mammanella, Giulia De Martino, Alessandro De Pasquale, Giuseppina Santagata; il secondo, di “Product Design”, si intitola: SOUL SILK PAPER, è stato elaborato da Elena Cioffi, Adele Impinto, Fabio Mauro, Rossella Ragosta, Martina Venturelli; il terzo, infine, si intitola: “COMPOSITE WALL” e sarà proposto da Angela Buonanno, Giovanna D’Avino, Gabriella Del Core e Pietropaolo Verazzo.

Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8715 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo 0 Comments

“Around the world”, al Teatro Comunale l’evento Inner Wheel

Alessandra D’alessandro -Al Teatro Comunale di Caserta un lungo pomeriggio di musica grazie alla Inner Wheel Capua Antica e Nova Caserta distretto 210 Italia. Il service è stato dedicato ai

Scuola 0 Comments

C’è il TED al liceo Pizzi di Capua, parte la via breve al diploma

Luigi Fusco – Dopo il successo di pubblico ottenuto nel corso dell’ultimo Open Day, il Liceo Statale “Salvatore Pizzi” di Capua raggiunge un altro importante traguardo: l’approvazione del TED, il

Primo piano 0 Comments

Formula SAE, la “scuderia” Vanvitelli progetta una monoposto

Claudio Sacco -Studenti in gara per progettare un prototipo di auto da corsa. L’Università Vanvitelli ha aderito al progetto Formula SAE, una competizione automobilistica internazionale che coinvolge le università di tutto il

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply