La storia di Blessing in un libro come denuncia e riscatto

La storia di Blessing in un libro come denuncia e riscatto

Un libro-testimonianza, carico di speranza, sul dramma della tratta di essere umani. Questo, e molto altro, nel libro «Il coraggio della libertà. Una donna uscita dall’inferno della tratta». La presentazione è per venerdì 3 febbraio alle ore 17,30 alla biblioteca diocesana di Caserta. Dopo i saluti del vescovo monsignor Giovanni D’Alise, gli interventi della giornalista Nadia Verdile, della scrittrice Marilena Lucente. Quindi, Blessing Okoedion coautrice e protagonista del libro. Saranno presenti monsignor Raffaele Nogaro già vescovo di Caserta e suor Rita Giaretta, Casa Rut che ha curato la postfazione. La prefazione è, invece, di Dacia Maraini che scrive: «Il libro testimonianza mi ha commossa! E’ importante che la gente capisca come stanno le cose, nei dettagli, non solo in astratto».

Blessing è una giovane donna nigeriana, laureata in informatica, che cerca di costruirsi il suo futuro personale e lavorativo a Benin City. Qui incontra una donna pia, membro di una delle tante chiese pentecostali che le dà lavoro, e un giorno le propone di andare a lavorare per il fratello che gestisce dei negozi di informatica in Europa. Ma una volta arrivata in Italia non c’è nessun negozio di informatica. C’è solo la strada. Si rende conto di essere stata venduta come una merce per il mercato del sesso a pagamento, come migliaia di altre donne nigeriane. Un inferno. Si ribella, fugge e denuncia. Viene portata a Casa Rut, a Caserta, dove, grazie all’accompagnamento delle suore Orsoline, cerca di ricostruire se stessa, la sua vita, la sua fede. Ritrova dignità e libertà e ora è pronta a spendersi perché altre donne nigeriane trovino la forza e il coraggio di spezzare le catene di questa schiavitù.

Da questa volontà di denuncia e di riscatto, nasce il libro Il coraggio della libertà, in cui Blessing racconta la sua vicenda. Scrive Blessing: «Ero completamente stordita, incredula, impaurita, disorientata. Maman Faith mi introduceva al mio nuovo lavoro e alla mia nuova vita in Europa. Una vita in strada. In quel momento ho saputo che ero finita nelle mani dei trafficanti. Che ero diventata la loro schiava. Come era potuto accadere? Nella mia testa si affollavano tante domande. Ancora oggi non sono in grado di rispondere. Ma ora sono convinta che dovevo passare attraverso quell’esperienza del male per scoprire il vero bene. Per questo ringrazio Dio, perché quello che ho vissuto sulla mia pelle mi permette ora di parlare e forse di liberare altre donne. Sono dovuta scendere nell’abisso per rinascere a una vita nuova». Il testo, arricchito dalla prefazione di Dacia Maraini e dalla postfazione di suor Rita Giaretta, fondatrice di Casa Rut, è scritto a quattro mani con Anna Pozzi, giornalista e scrittrice, che si occupa da molti anni della tratta di persone e delle moderne schiavitù, e che firma all’interno del volume anche un approfondimento sul traffico e lo sfruttamento delle donne nigeriane in Italia.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

La Notte dei Licei Classici. Il latino e il greco protagonisti

(Maria Giovanna Petrillo) – Tutto pronto per la la terza edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico. L’evento è per venerdì 13 gennaio. A Caserta saranno protagonisti il Liceo Pietro Giannone

Primo piano 0 Comments

L’Arcadia Ritrovata in famiglia, concerto nel Duomo di Caserta

Maria Beatrice Crisci – Un concerto per la Famiglia. L’iniziativa è per sabato 29 dicembre alle ore 20 nella Cattedrale di San Michele Arcangelo a Caserta. L’evento musicale, voluto da don

Primo piano 0 Comments

Galoppatoio. Lauria Wwf, “diventi il biglietto da visita di Caserta”

Raffaele Lauria *responsabile provinciale Wwf Caserta – La condiziona igienico, sociale ed ambientale dei Galoppatoi di Viale Carlo III è poco onorevole, così i cittadini casertani ed i turisti vedono

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply