La vera casa di Vanvitelli, la petizione è vicina alle 500 firme

La vera casa di Vanvitelli, la petizione è vicina alle 500 firme

Maria Beatrice Crisci

lapide casa vanvitelli - 1879– È ormai vicina alle 500 firme la petizione «Verità per Vanvitelli. Cancelliamo una bugia grossa come una casa» lanciata su facebook da Ferdinando Astarita, cultore della storia di Caserta. Nella petizione diretta al Comune e alla sovrintendenza Ferdinando Astarita scrive: «Tutto cominciò con una lapide. Nel primo centenario della morte dell’architetto Luigi Vanvitelli, avvenuta il primo marzo 1773, la città di Caserta decise di dedicargli un monumento per averla arricchita della meravigliosa Reggia. L’opera, una grande statua dell’architetto Palazzo a 4 colonnereale posta nella ex piazza del mercato, subì vari intralci burocratici, così che poté essere inaugurata solo il 2 ottobre 1879. E, per l’occasione, furono organizzati solenni festeggiamenti con bande musicali e varie manifestazioni collaterali. Inoltre si decise di apporre una lapide commemorativa sulla casa dove era vissuto e morto Vanvitelli. Ma, probabilmente poiché la vera casa era alquanto defilata, modesta e in condizioni di grave degrado, si preferì apporre la lapide commemorativa sulla facciata di un altro palazzo che, meglio posizionato e con quattro belle colonne sulla facciata, come immagine era certo di tutt’altro livello, oltre a essere in ottime condizioni perché costruito più di recente». Intervistato dal quotidiano Il Mattino, qualche giorno fa, Astarita aveva ricordato una verità ancora più sconcertante. Il palazzo delle quattro colonne si trova all’inizio dell’attuale corso Trieste e, all’epoca di Vanvitelli, quel tratto di strada non esisteva ancora. «Il palazzo dove visse e morì Vanvitelli – scrive infatti nella petizione Astarita – si trova nello slargo Sant’Elena, proprio dove incrociano le attuali via Ferrante e via Mazzocchi, ed è assolutamente adiacente all’antica chiesa di Sant’Elena. Ciò è confermato anche da documenti che attestano come Vanvitelli avesse ottenuto dalla Curia di Roma, per il suo appartamento al primo piano, l’autorizzazione ad aprire un varco, di cui tuttora restano tracce, nella parete confinante con il coretto della chiesa, così da poter seguire le funzioni religiose senza sottoporsi allo strapazzo e al dolore che i suoi malanni gli procuravano anche per piccoli spostamenti».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7639 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura 0 Comments

“Di un Ulisse, di una Penelope”, va in scena il libro… Lucente

(Enzo Battarra) La fortuna di chiamarsi Lucente e avere sempre un sorriso luminoso sul volto, l’affabilità come prima regola umama. Marilena, scrittrice pugliese trapiantata a Caserta, è così, semplice nei

Cultura 0 Comments

Carlo Marino: Bellezza e cultura in questo Settembre al Borgo

Claudio Sacco  – “Il Festival apre con la poesia, nel segno del valore della bellezza e della cultura, asset fondamentali e strategici per la crescita e lo sviluppo e per

Spettacolo 0 Comments

Natale di Gusto con il Coro Gospel in piazza Duomo

(Redazione) – Il ricco cartellone di eventi del Natale di Gusto a Caserta propone per mercoledì 28 dicembre alle 18 il Coro Gospel. Il ritmo travolgente e l’allegria del gospel

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply