Legalità. Il Campus Manzoni incontra il generale Burgio.

Legalità. Il Campus Manzoni incontra il generale Burgio.

(Comunicato stampa) – Il generale di Corpo d’Armata Carmelo Burgio al liceo Manzoni di Caserta. L’ex comandante della stazione provinciale dei Carabinieri di Caserta ritorna a parlare di legalità agli studenti dell’innovativo e prestigioso liceo diretto da Adele Vairo. Si tratta di una iniziativa congiunta dell’istituto con il Centro studi ed alta formazione maestri del lavoro d’Italia costituito nel lontano 2011 con atto del notaio Di Caprio avendo tra i soci fondatori proprio la dirigente scolastica.
L’occasione è stata l’inizio delle celebrazioni del decennale della fondazione del museo Olivetti di Caserta
voluto dall’ente provincia di Caserta nel lontano 2014 e che proprio nel mese di maggio vide l’ex presidente Domenico Zinzi comunicare la nascita del polo culturale in villa Vitrone. Nonostante qualche difficoltà il museo viene condotto e reso fruibile al pubblico dai maestri del lavoro.
“Lotta alla criminalità organizzata tra storia e cronaca” è il tema dell’incontro che si terrà il prossimo 21
maggio alle ore 10,30 nell’aula magna del liceo Manzoni in Via De Gasperi a cui parteciperanno oltre al
generale, docenti ed alunni, le istituzioni locali, i sindacati e le associazioni datoriali e di categoria.
La conversazione sarà una vera analisi su quello che è successo sul territorio di Terra di lavoro nel primo
decennio del secolo a Caserta quando; governo, magistratura, forze sociali e politiche erano tutti focalizzati ad estirpare un fenomeno endemico che aveva radici lontane. I successi non tardarono ad arrivare e si coniò un “modello Caserta” che sembrava dovesse essere esportato in tutto il territorio nazionale.
“La presenza del generale Burgio nella nostra scuola segna una continuazione di quello che abbiamo fatto durante questi anni con magistratura e forze dell’ordine – spiega Adele Vairo – Gli incontri, già quando ero all’istituto Ruggiero, con il giudice Ferdinando Imposimato e lo stesso Burgio e poi al liceo Manzoni con il presidente della Corte costituzionale Giuseppe Tesauro, con il presidente della Corte dei conti Raffaele Squitieri, con procuratore capo della Repubblica di Napoli Giovandomenico Lepore, l’analisi sull’arresto ricercato numero uno della Camorra Zagaria “anatomia di un arresto” nella lectio magistralis del procuratore Federico Cafiero De Raho, hanno dato responsabilità e conoscenze agli alunni che si sono succeduti sui banchi di scuola. Un processo educativo che ci ripromettiamo di continuare nel futuro”
“Spesso mi sono incontrato, per un favorevole destino, con il Generale Burgio, – ha precisato il presidente del CeSAF Mauro Nemesio Rossi – Nel lontano 1982 eravamo per motivi diversi in Libano con il generale
Franco Angioni, lui per servire la patria, io per documentare giornalisticamente la prima missione di pace
del nostro paese. Poi a Caserta in occasione dei numerosissimi arresti che quasi ogni giorno passavano per via Laviano. Oggi è un onore vederlo testimone di un evento come l’avvio delle iniziative per il decennale del nostro museo.”
Durante l’incontro al Liceo Manzoni sarà proiettato un filmato da titolo “una giornata particolare” , la festa
della Repubblica del 2 giugno del 2007 in cui, l’allora colonnello Burgio, era uno dei protagonisti della
cerimonia e fece un lancio con il paracadute nella Reggia di Caserta.

About author

You might also like

Attualità

Sicurezza. Marino: A piazza Pitesti situazione insostenibile

“La sicurezza è una delle assolute priorità del nostro programma ed abbiamo in cantiere già delle proposte molto chiare in materia. In primo luogo daremo vita ad un piano di

Comunicati

Domenica al Museo, alla Reggia ingresso gratis il 3 marzo

(Comunicato stampa) -Il 3 marzo torna alla Reggia di Caserta l’appuntamento con Domenica al Museo, l’iniziativa del Ministero della Cultura che ha istituito una giornata di ingresso gratis nei musei

Primo piano

A scuola di giornalismo investigativo a Casal di Principe

(Redazione) – Inizia venerdì 9 settembre la Summer School 2016 di giornalismo investigativo al tempo del Califfo. Dieci giovani giornalisti per l’intero weekend studieranno nel Comune di Casal di Principe come indagare