Libriamoci al terzo circolo di Caserta, letture comuni e musica

Libriamoci al terzo circolo di Caserta, letture comuni e musica

-L’ I. C. Ruggiero-3°Circolo di Caserta è stato oggi protagonista di “Libriamoci”, un’iniziativa promossa dal Ministero della Cultura e dell’Istruzione, inserita nel PTOF della scuola, il cui scopo è promuovere la lettura e momenti di condivisione. Le classi quinte della scuola primaria e le classi prime della scuola secondaria di primo grado, nell’ambito del progetto “Continuità” si sono unite nella sede di via Trento condividendo, attraverso letture e musica, un tema comune: la lotta alle ingiustizie e alla criminalità. Nella prima parte gli alunni della scuola primaria hanno letto dei passi tratti dal libro scritto da Angela Mallardo e illustrato da Francesca Carabelli “Giancarlo Siani: il bambino che vivrà per sempre”. Nella seconda parte gli alunni della scuola secondaria hanno raccontato la storia di “C’era una volta…Scugnizzi” attraverso un estratto del musical molto significativo. È stato un momento molto importante che ha messo in luce l’impegno e l’interesse di tutti gli alunni, oltre al lavoro dei docenti dei due gradi coinvolti che hanno operato in un clima di grande collaborazione.  All’evento erano presenti il dirigente scolastico dottoressa Vincenza Della Valle, i membri del Consiglio d’Istituto e i genitori degli alunni tutti emotivamente coinvolti e partecipi ai diversi momenti della manifestazione.

Comunicato stampa

About author

You might also like

Spettacolo

Mantovanellive Caserta, una settimana da raccontare

(Luigi D’Ambra) – Ricco fine settimana all’insegna della musica il prossimo fine settimana. Varietà di generi ma qualità sempre di primo livello al “Mantovanellive Caserta”.  Si parte venerdì 3 marzo

Cultura

Cattedrale di Calvi Risorta, perla romanica in Terra di Lavoro

Luigi Fusco – Numerosi sono gli esemplari di architetture sacre in stile romanico presenti in Terra di Lavoro e molte di esse sono ancora visibili nell’entroterra casertano, soprattutto lungo nell’area

Comunicati

Oromare, la Cna Orafi chiama il settore campano a confronto

-Il settore orafo come leva di promozione e sviluppo del Made in Italy, partendo dalla culla dell’oreficeria: Napoli e il suo Borgo Orefici. Ma anche e soprattutto confronto e condivisione