Operata a 93 anni, ora può andare dove la porta il cuore

Operata a 93 anni, ora può andare dove la porta il cuore

Sostituita la valvola cardiaca aortica a una paziente di 93 anni, con un decorso post-operatorio di pochi giorni. È questa la notizia di un caso “estremo” per età, che in passato non sarebbe stato possibile sottoporre a intervento chirurgico. L’intervento risolutore al cuore è stato eseguito da un’équipe mista di cardiologi e cardiochirurghi dell’Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, diretta dai commissari straordinari Cinzia Guercio, Michele Ametta e Leonardo Pace.

Ricoverata in urgenza per crisi sincopali con relativa perdita di coscienza, la diagnosi sembrava non poterle dare scampo: stenosi valvolare aortica calcifica severa sintomatica. La sostituzione della valvola aortica restava l’ultima possibilità di vita. L’intervento di due ore con tecnica TAVI (Transcatheter Aortic Valve Implantation) è stato realizzato utilizzando un accesso attraverso l’arteria femorale, senza il trauma di un’incisione al torace.

La tecnologia moderna oggi permette interventi che in passato erano impensabili anche in una prospettiva di lungo periodo. L’età avanzata dei pazienti e il loro stato clinico generale oggi non rappresentano più una controindicazione alla cura della malattia, soprattutto considerando che l’aspettativa di vita è notevolmente aumentata ed è migliorata nelle condizioni generali dello stato di salute. La paziente sottoposta ad intervento, al momento di essere informata della procedura da effettuare, ha dichiarato sorridendo: “Ho capito bene: o dentro o fuori!”. Il suo ottimismo è stato confermato da un decorso post-operatorio regolare, dal ritorno a casa in pochi giorni e, certamente, da un’aspettativa di vita ulteriormente aumentata e migliorata rispetto al precedente stato di salute. Si aprono quindi nuove prospettive nei pazienti anziani, le cui patologie cardiache in passato non potevano essere trattate adeguatamente, mentre oggi gli interventi non sono più proibitivi.

Presso il Dipartimento di Cardiologia dell’Ospedale di Caserta questa è una realtà realizzata ed esistente anche grazie alle elevate professionalità di cui l’Azienda si è dotata.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo

Ravello Festival. Torna la musica con Pierre-Laurent Aimand

Claudio Sacco  – Stasera al Ravello Festival torna la musica con Pierre-Laurent Aimard, fra i maggiori specialisti del pianoforte moderno e contemporaneo che sarà protagonista di una vera e propria ‘maratona’

Salute

Il piacere prima del dovere, il “Ben-Essere” è all’Esagono

“Prima il piacere e poi il dovere”. Questo è il leitmotiv della serata organizzata come da tradizione per fine anno in una location d’eccezione qual è il Concept Store Esagono

Primo piano

L’inventore di Pulcinella, Silvio Fiorillo. Il libro a Capua

Luigi Fusco -L’inventore di Pulcinella, Silvio Fiorillo, è il titolo del libro di Giuseppe Centore che verrà presentatodomenica 19 febbraio, alle 10.30, presso La Sala Liani del Museo Provinciale Campano