Pomigliano Jazz, palcoscenico per Dhafer Youssef in concerto

Pomigliano Jazz, palcoscenico per Dhafer Youssef in concerto

-Domenica 23 luglio si rinnova l’appuntamento con l’atteso concerto di Pomigliano Jazz sul cratere del Vesuvio. Nell’ormai tradizionale evento al tramonto sull’orlo del cratere del Gran Cono si esibirà quest’anno il compositore e cantante tunisino Dhafer Youssef, il più creativo suonatore di oud della scena contemporanea.

Con lui condividerà il palco allestito a quota 1200 metri, sulla vetta del vulcano più famoso al mondo, il chitarrista norvegese Eivind Aarset. Insieme daranno vita a un progetto originale commissionato dal festival diretto da Onofrio Piccolo, dal titolo evocativo: Suoni del Vesuvio. Una performance unica e irripetibile, in una location di grande fascino e suggestione che vedrà la partecipazione di Luca Aquino alla tromba, come special guest.

I biglietti per assistere al concerto Dhafer Youssef ‘Suoni del Vesuvio’ sono disponibili sui circuiti Azzurro Service e Vivaticket e nei principali punti vendita regionali al costo di 25 euro + prevendita. Per i ragazzi under 18 sono disponibili biglietti al prezzo ridotto di 15 euro + prevendita. Per informazioni: tel. 081 5934001 – www.azzurroservice.net.

Classe 1967 originario di Téboulba, in Tunisia, Dhafer Youssef è l’avanguardia di un movimento nella musica contemporanea che colma il divario tra influenze orientali e occidentali. In 25 anni di carriera ha pubblicato dieci album – l’ultimo, “Street Of Minarets” del 2023, con grandi ospiti come Herbie Hancock, Marcus Miller e Dave Holland – che mostrano la sua abilità musicale e la sua capacità di trascendere i generi. Spaziando tra jazz, elettronica, world music e fusion, senza rinnegare le sue origini e la tradizione Sufi.

Grazie ai suoi lavori acclamati dalla critica ha ottenuto il BBC Award nel 2006 e l’Edison Award 2017, oltre a un posto nell’All-Star Global Concert 2015 dell’ONU per l’educazione, la scienza e la cultura. Molto apprezzato anche nel campo cinematografico, ha lavorato alle colonne sonore dei film di Ridley Scott (Exodus: Gods and Kings), James Horner (The Amazing Spider-ManBlack Gold) e Dave McKean (Luna).

Per questa inedita esibizione sul Vesuvio alla XXVIII edizione del festival Pomigliano Jazz, Dhafer Youssef dialogherà con Eivind Aarset, chitarrista norvegese già al suo fianco in diversi progetti. Autentico innovatore della sei corde, Aarset è una delle figure di primissimo piano del composito universo musicale scandinavo. Un musicista eclettico che si muove con estrema disinvoltura tra jazz, post rock e avanguardia.

A completare la formazione ci sarà la tromba di Luca Aquino, uno dei musicisti jazz italiani più apprezzati nel panorama internazionale.

L’evento al Vesuvio è una esperienza unica e il concerto ne rappresenta la parte centrale. Per questo motivo il pubblico è chiamato ad osservare alcune regole fondamentali, al fine di vivere appieno questa esperienza emozionale.

ORARI: L’appuntamento è alle ore 16.30 al piazzale quota 1.000 di Ercolano, dove sono situati punti ristoro. Dal piazzale si risale a piedi accompagnati dalle guide vulcanologiche, lungo una serie di tornanti straordinariamente panoramici che conducono fino all’orlo del cratere. Arrivati in vetta, si assiste al concerto seduti a terra su cuscini.

I musicisti suoneranno fino al tramonto. Al termine del concerto si ritorna al piazzale sempre accompagnati dalle guide vulcanologiche.

Per vivere al meglio l’evento è consigliato un equipaggiamento comodo: scarpe sportive o da trekking, felpa o k-way. L’escursione in salita è di media difficoltà.

Dhafer Youssef ‘Suoni del Vesuvio’ si aggiunge al cartellone della XXVIII edizione del festival Pomigliano Jazz che ha già annunciato i concerti di Manhattan Transfer (20 luglio all’anfiteatro romano di Avella), Avishai Cohen ‘Banda Iroko’ (26 luglio al parco pubblico di Pomigliano d’Arco) e Mike Stern Band (29 luglio al parco pubblico di Pomigliano d’Arco).

Programmato e finanziato dalla Regione Campania e dal Ministero della Cultura, il festival è organizzato dalla Fondazione Pomigliano Jazz con Scabec, in partenariato con l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio e i comuni di Pomigliano d’Arco e Avella.

Dhafer Youssef ‘Suoni del Vesuvio’

Dhafer Youssef voce, oud, elettronica

Eivind Aarset chitarra, elettronica

Luca Aquino tromba, elettronica

Per info e contattiwww.pomiglianojazz.com – info@pomiglianojazz.com.

Socialwww.facebook.com/pomiglianojazz – www.instagram.com/pomigliano_jazz

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9632 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Arte

Casagiove, una Mostra di cimeli storici di Enrico Caruso

Luigi Fusco -Dopo il successo di pubblico ottenuto lo scorso 1° agosto, si rinnova a Casagiove l’appuntamento con la mostra di “Cimeli Storici del Grande Tenore Enrico Caruso”. Domani domenica

Primo piano

Giovedì al Museo. La lectio di Massimo Capaccioli

Maria Beatrice Crisci – È giovedì. Si va al Museo Campano. Oggi il protagonista del consueto appuntamento settimanale capuano è Massimo Capaccioli, professore emerito di Astrofisica alla Federico II. La sua lectio avrà come

Primo piano

Caserta, l’integrazione a scuola passa per la lingua dei segni

Claudio Sacco per Ondawebtv  – «Si sviluppa, all’insegna della qualità, l’offerta formativa delle scuole casertane». L’assessora alla Pubblica Istruzione Maddalena Corvino presenta così l’iniziativa che sarà adottata nelle scuole dell’istruzione