Premio Sele d’Oro. Caputo (012F), la sfida all’innovazione

Premio Sele d’Oro. Caputo (012F), la sfida all’innovazione

Sebastian Caputo, cofondatore e project manager di 012Factory, sarà tra i protagonisti domani mercoledì 7 settembre del convegno: “Sud, le sfide digitali quale innovazione per i territori meridionali”. Iniziativa questa promossa in occasione del Premio Sele d’Oro Mezzogiorno 2016 in corso in questi giorni a Oliveto Citra, in provincia di Salerno.

Nel suo intervento Sebastian Caputo, oltre a chiarire il ruolo di 012Factory, contamination center for innovative enterprises casertano, si soffermerà sul tema dell’innovazione: “Noi italiani, specie al Sud, abbiamo una immensa tradizione artigiana incentrata soprattutto sulla creatività, sulla bellezza e sulla qualità, ma oggi serve un ulteriore elemento, quello dell’innovazione, altrimenti rischiamo che quello che noi produciamo sarà fatto da qualcun altro, in tempi più brevi e forse anche a costi inferiori; la produttività italiana è salita dell’1% nel periodo 2000 – 2015 a fronte del 17% dei maggiori Paesi europei”.

Caputo, poi, aggiunge: “In Italia ci sono migliaia di piccole aziende, tra i 5 ed i 20 milioni di ricavi, dotate di tecnologia e know-how esclusivi che stanno soffrendo, e molte sono destinate a chiudere, perché o non riescono a ottenere abbastanza credito o perché la famiglia proprietaria ha problemi nel rinnovare la governance, oppure non sono ben managerializzate. Nei bilanci di queste imprese – continua – non emerge il valore del know-how. C’è un enorme valore immateriale nascosto che è possibile far emergere. La maggior parte di queste aziende, pur sofferenti, sono ancora vive e da tempo sul mercato con risultati rilevanti e non troppo remoti nel tempo. I dati mostrano che molte sono in difficoltà più per problemi di accesso al credito e alle garanzie finanziarie verso clienti che non per la perdita della capacità di stare sul mercato. Inoltre, da alcune esperienze di investimenti recenti si osserva che in questo tipo di aziende spesso è sufficiente inserire manager e schemi organizzativi adeguati per rimetterle a posto”.

Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8438 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Aurora Leone ed il suo “Quotidiana Mente” al Comunale

Marco Cutillo – Poco più di un mese dopo la finale di Italia’s got talent, l’attrice casertana Aurora Leone sarà in scena al Teatro Comunale “Costantino Parravano”, con il suo

Primo piano 0 Comments

Ordine Giornalisti, insediato il nuovo consiglio di disciplina

-Si e’ insediato, nella sede dell’Ordine dei giornalisti della Campania, il nuovo Consiglio di disciplina territoriale nominato dal presidente del Tribunale di Napoli, Elisabetta Garzo, in seguito alle elezioni dell’Ordine

Cultura 0 Comments

Tullio De Piscopo festeggia 50 anni di carriera

È uscito il 13 novembre scorso “50. Musica senza padrone – 1965/2015”, il triplo cd di Tullio De Piscopo che festeggia i suoi primi 50 anni di carriera. Un cofanetto

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply