Quel 20 gennaio di tanti anni fa, nasceva la Reggia di Caserta

Quel 20 gennaio di tanti anni fa, nasceva la Reggia di Caserta

Claudio Sacco

-Il 20 gennaio 1752, genetliaco del Re, nel corso di una solenne cerimonia alla presenza della Famiglia Reale con squadroni di cavalleggeri e di dragoni che segnavano il perimetro dell’edificio, fu posta la prima pietra.

Tale momento viene ricordato dall’affresco di Gennaro Maldarelli che campeggia nella volta della Sala del Trono.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8811 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

Differenziata. Ecobox per le scuole, il via dalla Dante Alighieri

Emanuele Ventriglia -Dall’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Caserta ha preso il via il progetto “Maestra dove butto il fazzoletto?”. Sono oltre 300 infatti i kit ecobox in arrivo presso gli

Primo piano 0 Comments

Foibe, nel giorno del ricordo cerimonia in Prefettura a Caserta

Claudio Sacco -Si celebra oggi il “Giorno del Ricordo”. L’obiettivo è quello di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe. Un

Attualità 0 Comments

AmaRè. La Reggia ha il suo amaro firmato Petrone

(Maria Beatrice Crisci) – AmaRè. Questo il nome dell’amaro della Reggia. “AmaRè inteso come amaro del re, ma anche come amare il territorio, amare la Campania e tanto altro”, spiega

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply