International Beer Day, Monda, gli effetti benefici sulla salute

International Beer Day, Monda, gli effetti benefici sulla salute

Maria Beatrice Crisci

– E’ oggi la Giornata internazionale della birra. Una ricorrenza che cade ogni anno il primo venerdì del mese di agosto e mette sotto i riflettori questo nettare a base di malto d’orzo e luppolo, una delle più antiche bevande alcoliche al mondo. Recenti ricerche dimostrano che la birra apporta diversi benefici alla nostra salute. Ma è proprio così? Abbiamo girato la domanda al professore Marcellino Monda direttore di Dietetica e Medicina dello sport presso l’Università della Campania, “Luigi Vanvitelli”.

Queste le sue parole: «Un uso molto moderato di birra potrebbe essere salutare. Naturalmente le quantità sono importanti. Studi scientifici hanno dimostrato che per la donna non vanno assolutamente superati i 250 millilitri al giorno, per l’uomo i 350.
In queste quantità sul medio-lungo periodo si possono ottenere effetti benefici. Sta di fatto che, così come per il vino, va inserita in uno stile di vita salutare. Alla base, infatti, deve esserci una sana alimentazione. Ovviamente si dovrà scegliere: o vino o birra e non in misura eccessiva, come avviene in taluni eventi in cui la birra scorre a fiumi e il bicchiere da un litro viene riempito più e più volte».

Monda poi spiega: «In molti lamentano gonfiore dopo aver bevuto birra. In realtà questa sensazione è in gran parte legata alle quantità assunte. Un litro di birra ovviamente gonfia e non è salutare. Bisogna inoltre tener conto dell’effervescenza. Anche chi beve un litro di acqua minerale gasata dopo si sentirà gonfio. Ciò che conta però è assumerla in quantità molto moderate, in modo da ottenerne gli eventuali effetti benefici e scongiurare i danni da eccesso di alcolici».

Ha proprietà antiossidanti? «Grazie alla presenza di polifenoli, la birra ha un’azione antinfiammatoria e protettiva contro le malattie degenerative e cardiovascolari, nonché possibili effetti antitumorali. Inoltre è ricca di vitamine. È stato dimostrato che chi beve birra ha una maggiore presenza di vitamine del gruppo B, in particolare la vitamina B6. La birra contiene inoltre una moderata quantità di acido folico e vitamina B12».

Quali sono gli effetti benefici sull’organismo? «L’alcol contenuto nella birra agisce da vasodilatatore, apportando degli effetti benefici sull’apparato cardiovascolare. Inoltre, alcune ricerche hanno dimostrato che un uso moderato di birra riduce del 25% gli attacchi cardiaci e la morte per malattie cardiovascolari».

Poi, il professore evidenzia: «La birra può avere un certo effetto anche nella riduzione dei calcoli renali. L’alcol, infatti, facilita la diuresi. Questo effetto diuretico della birra evita il precipitato di cristalli nelle urine e quindi riduce l’incidenza dei calcoli renali. Grazie alle sue virtù antinfiammatorie, la birra – spiega ancora Monda – riesce anche ad avere effetto positivo sul tessuto osseo, rallentando l’osteoporosi. La presenza di flavonoidi, infatti, stimola la calcitonina, l’ormone prodotto dalla tiroide che fa depositare il calcio nelle ossa. Ciò è particolarmente utile per prevenire questa patologia che colpisce soprattutto le donne, in particolare in menopausa». Ma non finisce qui. «La birra, assunta nelle quantità consigliate, può agire anche contro le malattie neurodegenerative in generale e si ipotizza possa proteggere anche dall’insorgere dell’Alzheimer. Inoltre riduce – sottolinea – il rischio di diabete. Le sostanze antiossidanti contenute al suo interno, infatti, hanno un effetto stabilizzante sulle malattie metaboliche». Infine, il professore Monda conclude: «Le calorie che introduciamo con una quantità moderata di birra non sono molte. A seconda del grado alcolico, si aggirano tra le 30 e le 60 kcl ogni 100 ml di birra. Quindi, bevendo 250 ml assumiamo circa 120 cal. Questo perché è costituita per lo più da acqua, cui si aggiunge poco alcol, zuccheri e sostanze antiossidanti».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6135 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Economia

Confesercenti premia le “Imprese coraggiose”

(Beatrice Crisci) – “Vogliamo premiare i sacrifici quotidiani delle centomila imprese che operano nella provincia di Caserta, che nonostante le difficoltà causate dalla crisi contingente e da una fiscalizzazione molto

Cultura

A Trentola Ducenta è festa per San Giorgio Martire

Luigi D’Ambra – Al via domenica 20 agosto i solenni festeggiamenti in onore di San Giorgio Martire a Trentola Ducenta. Tradizione e religione si si fonderanno, ma non mancherà attenzione

Primo piano

Museo Campano, c’è la nuova Guida alle Collezioni

Magi Petrillo  – E’ per domani alle ore 17,30 presso la Sala Liani del Museo Provinciale Campano di Capua la presentazione della prima Guida alle Collezioni del Museo Campano – Pittura e Scultura

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply