Roccaromana. Festa di balli, canti e sapori tradizionali

Roccaromana. Festa di balli, canti e sapori tradizionali

Alessandra D’alessandro

-Da oggi a Roccaromana prende il via la quindicesima edizione della “Festa di balli, canti e sapori tradizionali”. L’evento annuale si terrà il 3 e il 4 dicembre nella piccola comunità del Monte Maggiore. Il sindaco Nicola Pelosi racconta: «La Festa di Balli, Canti e Sapori Tradizionali ha lo scopo di promuovere la cultura tipica contadina, le tradizioni e i piatti tipici dei tempi passati che, fortunatamente, restano ancora sulle nostre tavole con lo stesso sapore e con gli stessi prodotti, dell’orto o dell’agricoltore locale, dell’appassionato o dell’amante delle tradizioni; tradizioni che i nonni e i genitori hanno avuto come necessarie abitudini». Il programma inizierà sabato tre dicembre alle ore 18,30 con un corteo inaugurale di bambini delle scuole e la sfilata di abiti medievali, verranno aperti, nel mentre, gli stands enogastronomici e le botteghe artigiane. La prima serata verrà animata dal gruppo musicale “A paranza ro tramuntan”. Per domenica 4, invece, è prevista, sempre alle ore 18.30, l’apertura degli stands enogastronomici e delle botteghe artigiane, e lo spettacolo musicale nelle strade cittadine e nelle vie e vicoletti del borgo storico a cura della “Bifolk band”. La manifestazione è promossa dal Comune di Roccaromana in collaborazione con la Pro Loco e le associazioni locali. L’intento è quello di ricreare l’immagine d’altri tempi del borgo di Roccaromana, colorata di serenità, di gioia e di allegria che avvolge e travolge i partecipanti in questa atmosfera mista di Natale e Cultura contadina, allontanando almeno per un po’ le preoccupazioni e lo stress della frenetica vita quotidiana. La Pro Loco e le associazioni locali, che da settimane lavorano all’organizzazione e all’allestimento del centro storico, raccontano: «Per questa manifestazione è bandita ogni modernità, le “botteghe” artigianali, le degustazioni di prodotti tipici locali e i canti e balli popolari sono gli unici attori delle serate. L’unicità della manifestazione è nella sua diversità dai “mercatini di Natale”». L’atmosfera della festa è quella tipica dei borghi antichi dove la luce viene solo dalle fiaccole e dai fuochi accesi per strada, dove i canti e i balli di gruppi popolari animano e coinvolgono tutti nelle loro nenie e ballate, dove il profumo dei piatti antichi e semplici inonda le vie del borgo, dove ogni stanza diventa una “bottega” un luogo dove ritrovare arte, tradizione e gastronomia di un tempo. 

About author

Alessandra D’alessandro
Alessandra D’alessandro 301 posts

Alessandra D'alessandro - Pubblicista. Laurea triennale all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, facoltà di Lettere indirizzo linguaggi dei media. Ha frequentato il liceo classico Giannone a Caserta. Ha conseguito certificazioni di lingua inglese presso Trinity College London. Attualmente collabora nell’azienda familiare occupandosi di social media, comunicazione e fashion buying. Interesse spiccato per il mondo della moda, il giornalismo, la comunicazione e la cultura olfattiva.

You might also like

Cultura

Un filosofo all’ombra della Reggia, il ritorno nel Bosco Vecchio

Luigi Fusco – Come in una favola arcadica, il filosofo della Reggia ritorna nel suo posto: nell’idillico Bosco Vecchio. Il busto marmoreo, raffigurante un antico filosofo, dopo esser stato oggetto

Cultura

Caserta. Accademia musicale, da settembre al via le attività

Maria Beatrice Crisci  – Dopo la parentesi estiva riprendono a pieno ritmo le attività dell’Accademia musicale Yamaha di Caserta e San Nicola la Strada diretta da Mena Santacroce. Da lunedì

Primo piano

Oltre le catene. Domenico Mecca alla Feltrinelli di Caserta

Pietro Battarra – Parte da Caserta il tour per la presentazione del romanzo “Oltre le catene” di Domenico Mecca. L’appuntamento è per domani venerdì 16 febbraio, alle ore 18, presso