Scuola sicura, il camper fa tappa al Liceo artistico San Leucio

Scuola sicura, il camper fa tappa al Liceo artistico San Leucio

-Scuola sicura, col camper vaccinale più semplice il rientro. «L’iniziativa della Asl di Caserta e della Regione Campania – dice Immacolata Nespoli, la dirigente scolastica del Liceo Artistico San Leucio – è preziosa e necessaria. Nel nostro liceo il camper sarà presente giovedì 16, dalle 9 alle 14, alla succursale dove ci sono più spazi per l’accoglienza. Potranno vaccinarsi, senza alcuna prenotazione, muniti di tessera sanitaria e di un documento d’identità, le nostre studentesse e i nostri studenti, i loro familiari e naturalmente, se ce ne fossero docenti e operatori scolastici che ancora non hanno ricevuto alcuna dose».

I camper sanitari delle Asl all’esterno delle scuole medie e superiori della Campania, consentiranno agli studenti da 12 anni in su che ancora non l’hanno fatto di poter ricevere la somministrazione dei vaccini. La decisione è stata presa un paio di settimane fa dall’Unità di Crisi per l’emergenza Coronavirus della Campania e dal governatore Vincenzo De Luca per accrescere la percentuale di popolazione studentesca vaccinata. «In questi giorni – aggiunge la preside Nespoli – sono stata affiancata dalla competenza e dalla premura dei medici Michele Giuseppe Tari e Flavia Bergamasco, rispettivamente direttori del Dipartimento della Programmazione dell’Asl di Caserta e dell’Unità operativa semplice dipartimentale e di educazione alla salute del dipartimento servizi strategici dell’Asl di Caserta. Il servizio offerto alla platea studentesca e alle famiglie è di straordinaria importanza per ripartire con maggiore serenità. La Asl di Caserta è stata fin dal primo momento in prima linea e, come ha dichiarato alla stampa il direttore generale Ferdinando Russo, ha il maggior numero di vaccinati rispetto a tutte le altre province campane. Siamo grati per quanto si sta facendo e come Liceo Artistico siamo al loro fianco, ringraziandoli e restando a disposizione per qualsiasi iniziativa vogliano intraprendere per contribuire a debellare la diffusione del Covid. Il nostro lavoro e il nostro impegno sarà sempre per una scuola in presenza».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Sanità privata. De Luca scrive, Salvatore risponde

Non si è fatta attendere la risposta di Antonio Salvatore, presidente nazionale dell’AISA, l’Associazione Italiana della Specialistica Ambulatoriale, alla nota inviata dal governatore Vincenzo De Luca in merito alla vicenda della sanità

Primo piano 0 Comments

Spazio Corrosivo. Mostra numero uno per Chiprima Kypoy

Claudio Sacco – Il nome d’arte è davvero insolito. Si chiamano Chiprima Kypoy. Loro sono due artisti e  inaugurano la loro esposizione venerdì 11 maggio alle ore 19 allo Spazio Corrosivo di Marcianise, il

Primo piano 0 Comments

Reggia. San Valentino, per gli innamorati biglietto speciale

Redazione – Amore, passione, desiderio. La Reggia di Caserta, nei suoi oltre duecento anni di storia, è stata testimone silenziosa di grandi amori, da quelli più illustri delle famiglie reali

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply