Sorella Africa in prima pagina, Il Sole 24 ore celebra suor Rita

Sorella Africa in prima pagina, Il Sole 24 ore celebra suor Rita

Maria Beatrice Crisci

suor rita - il sole 24 ore– A Caserta è la “buona samaritana” di tante donne sfruttate e violate da criminali e aguzzini senza scrupoli, donne migranti in situazioni di difficoltà, sole o con figli. Fare del bene agli altri, dunque, come dono supremo di Dio. Questa è la missione di suor Rita Giaretta, 62 anni, vicentina di nascita ma casertana d’adozione, dell’ordine delle Orsoline del Sacro Cuore di Maria. Il Sole 24 Ore nell’edizione di domenica 22 luglio le dedica, con un richiamo in prima pagina, un ampio e bell’articolo a firma di Paolo Bricco dal titolo: “La silenziosa lotta alla schiavitù di strada di Suor Rita, Sorella Africa”. L’articolista scrive: “Nel carisma di Suor Rita non si trova traccia di autocompiacimento. La sua spiritualità nasce dall’amore semplice e dal servizio concreto per gli altri”.

Nel capoluogo di Terra di Lavoro, suor Rita fonda Casa Rut, una comunità di suore orsoline arrivate nel 1995 da Vicenza a Caserta, accolte dall’allora vescovo monsignor Nogaro, con un sogno: occuparsi delle donne in difficoltà soprattutto immigrate, che vivono in una condizione di invisibilità e di precarietà sociale e umana. Dopo il lavoro nelle carceri, sulle strade del litorale domizio, le suore hanno aperto una Casa di accoglienza per donne in difficoltà. Casa Rut da allora è un luogo in cui si respira un’aria di famiglia, in cui c’è la presa in carico della vita delle donne da parte di altre donne che hanno a cuore il loro destino, che si occupano di loro e dei loro bambini anche dopo la fine del percorso di accoglienza previsto per legge. Tantissime le ragazze accolte fino ad oggi, tante sono state vittime della tratta di esseri umani, una delle più gravi violazioni dei diritti fondamentali della persona. Suor Rita spesso ha raccontato: «La violenza che subiscono in quanto donne, vederle violate nella loro dignità e sfruttate mi procura un grandissimo dolore. Al contempo, però, avverto la grande chiamata del Dio che si fa salvezza per aiutare proprio queste persone. Vedere quei volti abbruttiti e deturpati dal dolore e dalla violenza tanto da non apparire nemmeno volti umani mi fa pensare a Gesù che andava incontro alla Croce così sfigurato da non sembrare nemmeno più un uomo. Il “miracolo” tuttavia si ripete sempre: questi volti rifioriscono, si aprono alla vita e al sorriso. Non c’è gioia più grande che vedere questo e quanto è bello il Vangelo della vita e della speranza».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Comunale. Alessandro Preziosi ospite de “Il Salotto a Teatro”

Claudio Sacco –Sabato 22 febbraio alle ore 18,30 al Teatro Comunale di Caserta nuovo appuntamento del ciclo “Il Salotto a Teatro”, incontri tra i protagonisti della scena e il pubblico.

Primo piano

I Was, è replica nel week end a Officina Teatro San Leucio

-Ha conquistato il pubblico casertano lo spettacolo «I was» di Michele Pagano, al suo debutto lo scorso 12 marzo, che nel weekend ha visto una sala al completo e riscosso lunghi

Primo piano

Ospedale di Caserta, al via il cantiere per 177 posti letto

(Comunicato stampa) -Martedì, 21 maggio, ore 10:30, alla presenza del governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, l’Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta darà il via ai lavori