Speranza per Caserta sull’inchiesta della DDA

Speranza per Caserta sull’inchiesta della DDA

In relazione all’inchiesta della Dda di Napoli di quest’oggi che ha portato all’arresto di esponenti politici e imprenditori accusati di collusione con la camorra casertana, la coalizione di «Speranza» («Speranza per Caserta» e «Mo! c’è Speranza») ha rilasciato la seguente dichiarazione:
«Caserta si è svegliata sotto la pioggia, ma oltre all’acqua è piovuta sulla città la notizia dell’ennesimo arresto che conferma i molteplici legami tra la vecchia politica ed il malaffare. Ma non siamo solo indignati per i danni prodotti nel passato, bensì anche molto preoccupati per la presenza, nelle liste di aspiranti sindaci, di candidature direttamente collegate agli arresti odierni. La cronaca cittadina racconta infatti che l’ex vice sindaco, Vincenzo Ferraro, avrebbe avuto un ruolo non marginale nella composizione e nella promozione di una delle liste, “Caserta Popolare”, a sostegno di Carlo Marino. Ovviamente attendiamo una categorica ed assoluta smentita da parte dello stesso Marino (che di Ferraro era già collega nella seconda giunta Falco targata Forza Italia), volta a sgombrare il campo da qualsiasi sospetto. Così come aspettiamo da parte dell’azienda Ecocar, in cui Ferraro ricopre importanti incarichi, e nell’ambito delle sue possibilità anche da parte del Commissario Straordinario, ogni intervento utile a tutela dei cittadini.
Emerge chiaramente la contrapposizione tra due blocchi; il primo, quello schiavo delle logiche che hanno portato a tre successivi commissariamenti della città, ed il secondo, quello della coalizione di Speranza con il candidato sindaco Apperti, che si propone di amministrare Caserta con trasparenza ed onestà.
In assenza di rassicurazioni, chiediamo ogni intervento volto a garantire libertà e segretezza del voto, così come sancito dall’art. 48 della Costituzione; ci appelliamo alla commissione Antimafia ed al Ministero degli Interni, arrivando anche a richiedere l’invio dell’Esercito per garantire il regolare e trasparente svolgimento delle elezioni comunali».
Fonte: Comunicato stampa 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7469 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo 0 Comments

Facciamo luce sul Teatro, il Civico 14 aderisce all’iniziativa

Claudio Sacco – Il Teatro Civico 14 aderisce all’iniziativa dell’Unita, Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo. L’associazione ha chiamato all’appello tutti da operatori culturali a semplici cittadini, sottolineando: “Il Teatro

Primo piano 0 Comments

Il Salotto di Alterum, Letizia Vicidomini e la signora “nessuno”

Maria Beatrice Crisci – Il salotto letterario Alterum di San Nicola la Strada (in via Appia 102) di Titti d’Abbraccio si prepara ad un nuovo incontro. L’appuntamento è per giovedì

Primo piano 0 Comments

Poeta a muro, Eugenio Giliberti omaggia Leopardi con la luce

Luigi Fusco – L’artista Eugenio Giliberti, in occasione dell’anniversario della morte di Giacomo Leopardi, avvenuta il 14 giugno del 1837, proietterà sulla facciata del Palazzo di vico del Pero a

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply