Stefano Crupi apre il Maggio dei Libri a San Potito Sannitico

Stefano Crupi apre il Maggio dei Libri a San Potito Sannitico

“Leggere fa Crescere”, questo lo slogan dell’edizione 2016 di “Il Maggio dei Libri”. Occasione che la rinnovata Pro Loco Genius Loci di San Potito Sannitico in collaborazione con l’Amministrazione Comunale neppure quest’anno si farà sfuggire per proporre, ai cittadini potitesi e  a quanti vorranno essere ospiti, un ricco calendario di incontri con eccellenti autori. Il tutto a partire da 29 aprile alle ore 19:00 presso la country house “La Vigna” di via Aulecine a San Potito Sannitico.
“Perché se in questo mese la natura si risveglia, lo stesso capita alla voglia di leggere. Il Maggio dei Libri è la campagna nazionale nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile”. Come si legge dal sito ufficiale.
“Incontri d’Autore”, così si chiamerà la serie di appuntamenti che a San Potito quest’anno avranno la caratteristica di essere itineranti, dislocati, cioè, nelle strutture ricettive del territorio. “Anche quest’anno alla riscoperta di nuovi testi ma stavolta alla scoperta anche di posti nuovi del nostro territorio. Importantissimo il fatto di unire la cultura al turismo, la scoperta di storie diverse presentate in luoghi diversi”. A dichiararlo il sindaco Francesco Imperadore. Ad inaugurare l’edizione 2016 ci penserà, venerdì 29 aprile, una straordinaria eccellenza casertana, Stefano Crupi, autore di “Ad ogni santo la sua candela”. Edito da Mondadori il romanzo, 236 pagine, è fresco di stampa.
DESCRIZIONE
La rapida ascesa di un ragazzo convinto di potersi emancipare dalle sue umili origini inserendosi a ogni costo in un meccanismo che si fa sempre più pressante. Dove lo condurrà questa sua smania di farsi strada nel mondo?
Trovare lavoro in Italia in tempo di crisi non è poi così difficile, basta capire come funzionano le cose. E Maristella, donna ambiziosa e calcolatrice rimasta presto vedova con un unico figlio da far arrivare in alto, lo sa bene, e sa che la prima cosa è “mettersi dietro il santo giusto”. Ernesto si è finalmente laureato in economia e la sua spasmodica ricerca di un’affermazione personale nasce proprio dagli insegnamenti della madre che, cresciuta nei Quartieri Spagnoli di Napoli tra mille difficoltà, ha sempre accarezzato l’idea di un radicale riscatto sociale. In gioventù il suo debole per uomini carismatici e potenti aveva fatto incrociare la sua strada con quella di Alfonso Malatesta, che anni dopo sarebbe diventato un potente boss. Ernesto è il mezzo attraverso il quale Maristella può finalmente realizzare il suo sogno, e Malatesta potrebbe essere il santo giusto per sistemare suo figlio, trovandogli un impiego adeguato. E così avviene. D’altronde Ernesto ha ereditato da lei la determinazione e l’assenza di scrupoli: per diventare davvero qualcuno non bisogna mai mostrare debolezze, bisogna avere i peli sul cuore, e lui non esita ad applicare la lezione della madre nella sua nuova vita d’ufficio, tra grandi regalie e piccole meschinità. A ogni santo la sua candela racconta la rapida ascesa di un ragazzo convinto di potersi emancipare dalle sue umili origini inserendosi a ogni costo in un meccanismo che si fa sempre più pressante. Dove lo condurrà questa sua smania di farsi strada nel mondo? Stefano Crupi affronta senza moralismi e ipocrisie un tema di grande attualità, l’Italia del potere corrotto, delle scorciatoie e delle raccomandazioni. Il cuore del romanzo è però la storia vivida e spietata di una madre pronta a tutto per suo figlio e del loro rapporto simbiotico ed esclusivo.
Fonte: Comunicato stampa 

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7143 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Un Dj Pandemonio al DayTwenty9 club, chi fermerà la musica

Claudio Sacco – È atteso al DayTwenty9 sabato 23 febbraio alle ore 22 Dj Pandemonio, ovvero Gianluca Manzieri, il conduttore di Radio Marte famoso per i suo scherzi telefonici. Si annuncia un dj set

Arte

Triflisco, è di Nicola Vaccaro la tela nella Chiesa del Salvatore

Luigi Fusco – Presso la frazione di Triflisco, nel comune di Bellona, vi è la Chiesa del Santissimo Salvatore, la cui struttura è di modeste dimensioni, avente un impianto architettonico

Primo piano

Vanvite’, te piace ‘o presepio? E lui: Efficaci questi napoletani

Luigi Fusco -Quando l’architetto Luigi Vanvitelli giunse da Roma a Napoli, per ricevere il prestigioso incarico da parte di Carlo di Borbone per la costruzione della nuova Reggia a Caserta,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply