Stelle in cattedra. A Giurisprudenza c’è Manuel Bortuzzo

Stelle in cattedra. A Giurisprudenza c’è Manuel Bortuzzo

(Comunicato stampa) -Manuel Bortuzzo, atleta del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro e della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico, rimasto ferito durante una sparatoria, è diventato simbolo di tenacia e forza d’animo, ottenendo importanti risultati dalla riabilitazione, che gli hanno consentito di essere tra i convocati ai Mondiali Paralimpici di Nuoto del 2023, mentre è in preparazione per i Giochi Paralimpici di Parigi del 2024.

Martedì 7 maggio, alle ore 11, presso Palazzo Melzi (Via Mazzocchi, 68 – Santa Maria Capua Vetere) si terrà la presentazione del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza online e on demand, alla quale interverranno lo stesso Manuel Bortuzzo, Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, e Angela Procida, campionessa di nuoto paralimpico, partecipante alle Paralimpiadi di Tokyo del 2020. L’incontro sarà aperto dai saluti del Prof. Raffaele Picaro, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, e moderato dal giornalista della Rai Emilio Mancuso; concluderà la Prof.ssa Alessia Fachechi, Coordinatrice del Corso di Studio in Giurisprudenza online.

 “Siamo orgogliosi di avere importanti e autorevoli rappresentanti del mondo paralimpico a cominciare da Manuel Bortuzzo per il lancio del nostro Corso di Studi Magistrale in Giurisprudenza in modalità on-line e on-demand. Bortuzzo è un atleta impegnato e al contempo un giovane pieno di ambizioni e aspirazioni. Queste sue caratteristiche ne fanno un rappresentante perfetto degli studenti ai quali ci rivolgiamo con questo percorso” dichiara il direttore del Dipartimento Raffaele Picaro.

L’offerta formativa proposta dal Dipartimento di Giurisprudenza con il corso in modalità online e on demand intende favorire l’inclusione e la piena integrazione attraverso il superamento degli ostacoli all’accessibilità.

L’impianto strutturale di un’Università con decenni di esperienza e l’impegno di docenti strutturati, che vantano risultati di eccellenza nell’ambito della valutazione periodica ministeriale, consentiranno di dar valore alle utilità della tecnologia senza trascurare l’importanza del contatto umano e del dialogo diretto con gli studenti. Tutte le lezioni, corredate da ulteriore materiale didattico, saranno accessibili online in qualunque momento, ma gli iscritti potranno comunque beneficiare dell’accesso ad aule, laboratori per la linguistica e per l’informatica, con una aggiornatissima attrezzatura dedicata al Digital Forensics, sale per lo studio e la lettura e biblioteca. Il ricorso all’interfaccia telematica consentirà di integrare le tradizionali lezioni frontali con prove pratiche (stesura di massime redazionali, pareri e clausole contrattuali, svolgimento di esercizi, discussioni in gruppo, letture guidate), per agevolare una preparazione che non sia soltanto teorica e un primo contatto con il mondo delle professioni. 

Sono previsti interventi didattici personalizzati, con attività di supporto e tutorato e laboratori di lingua per stranieri, e percorsi di orientamento in ingresso, in itinere e in uscita, per favorire l’adozione di scelte consapevoli e mature finalizzate all’ingresso nel mondo del lavoro. 

Sarà possibile anche accedere a esperienze di studio internazionali, con riconoscimento degli esami sostenuti all’estero.

About author

You might also like

Arte

Arte in Piazza, a Casal di Principe la prima edizione della rassegna

Roberta Greco -Da un’idea di Michele De Cicco, insieme con CasaleLab e toGETHER nasce «Arte in Piazza».Proprio domenica sera si è tenuta a piazza Vittorio Emanuele, ex Piazza Mercato, a

Attualità

Scuola, Itis Giordani. Serpico, ora c’è bisogno di normalità

Maria Beatrice Crisci -«Ritorniamo a scuola. Un’inizio in presenza dopo due anni altalenanti tra presenza, semipresenza e dad». Così la dirigente scolastica dell’Itis Giordani di Caserta, Antonella Serpico, dalle pagine

Primo piano

Referendum costituzionale. Acli Caserta informa

Il prossimo autunno si voterà per un referendum costituzionale, all’esito del quale gli elettori decideranno se confermare o respingere le riforme contenute nella Legge costituzionale d’iniziativa del Governo, approvata dal