Teresa Musco a 40 anni dalla morte. Resta il mistero

Teresa Musco a 40 anni dalla morte. Resta il mistero

(Enzo Battarra) – Il 19 agosto sono 40 anni dalla morte di Teresa Musco. Nei giorni scorsi, a Caserta e in tutta la provincia, sono stati affissi i manifesti che annunciano la messa che si celebrerà proprio venerdì nel Duomo di Caserta alle ore 11. Nell’annuncio si specifica che “la solenne concelebrazione in memoria della nascita al Cielo di Teresa” sarà presieduta dal vescovo Giovanni D’Alise.

Teresa Musco è stata definita la “Mistica del XX secolo”. Nacque a Caiazzo nel 1943 e si spense a Caserta nella sua casa in via Battistessa nel 1976, a soli 33 anni. La sua vita di totale dedizione al Signore, nella piena accettazione del dolore legato alle sue molteplici malattie, è oggetto di venerazione da parte di molti fedeli. E’ stata istituita una Fondazione dedicata a lei ed è stata inoltrata una richiesta di beatificazione.

Al di là delle visioni mistiche, quello che ha caratterizzato gli ultimi anni di vita di Teresa Musco sono state le stimmate. Ebbene, questo fenomeno non è poi così unico e raro. Centinaia sono le segnalazioni solo in Italia e molto spesso è il dermatologo a dover emettere un giudizio medico su quelle manifestazioni. Chi ha studiato a fondo il fenomeno è stato il professore Emiliano Panconesi, fiorentino, che ha pubblicato “Le stimmate, mistero religioso e scientifico”. Orbene, la stessa Teresa Musco nel 1976, poche settimane prima della morte, fu visitata, condotta in autoambulanza, presso il vecchio Ospedale di Caserta per una vi­sita dermatologica. All’epoca il reparto di Dermatologia era ancora allocato presso l’edificio di piazza Sant’Anna. Ovviamente, anche per gli specialisti non fu facile interpretare quei segni. Il mistero è destinato a restare.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9566 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

San Valentino 2021, la guida per un regalo non convenzionale

Alessandra D’alessandro Il giorno più romantico dell’anno sta arrivando ed è l’occasione per fare un regalo tale da emozionare. Anche a Caserta addio scatole di cioccolatini, mazzi di fiori e

Primo piano

Autart e #SonoSalvo, piazza Ruggiero si colora di solidarietà

Maria Beatrice Crisci -Tanti colori e divertimento questo pomeriggio in piazza Ruggiero a Caserta. Questo grazie all’iniziativa AutArt. Nessun limite, solo orizzonti. Ovvero la prima mostra d’arte interamente dedicata alle

Spettacolo

Mare Nero a Caserta, Capodanno con la Compagnia della Città

Claudio Sacco – Il Mare Nero è il nuovo spettacolo di Patrizio Ranieri Ciu messo in scena dalla Compagnia della Città & Fabbrica Wojtyla nel pomeriggio di Capodanno a Caserta. L’iniziativa è stata programmata nell’ambito di