Terra di Lavoro Wines, la tre giorni al Real Sito del Belvedere

Terra di Lavoro Wines, la tre giorni al Real Sito del Belvedere

-Cinque denominazioni, 49 aziende vinicole del territorio, 121 campioni in degustazione. Sono questi alcuni dei numeri (ancora parziali) del “Terra di Lavoro Wines” l’evento promosso dal Consorzio Vitica in programma dal 4 al 6 dicembre al Belvedere di San Leucio a Caserta.

Una tre giorni intensa, con seminari e degustazioni per esperti, appassionati e wine lovers, in cui verrà raccontato il territorio casertano attraverso i suoi vini. L’iniziativa – realizzata con il cofinanziamento dalla Regione Campania Feasr-Psr 14-20 ed in collaborazione con Ais Caserta e che rientra nel più ampio programma del “Campania Wine”, sviluppato dai 5 consorzi di tutela regionali – è stata presentata nel corso di una conferenza stampa svolta presso l’Enoteca Provinciale di via Battisti nel Capoluogo.

Siamo orgogliosi come Consorzio Vitica di aver organizzato questo evento in provincia di Caserta per la prima volta – ha dichiarato il presidente Cesare Avenia intervistato dalla giornalista enogastronomica Antonella Amodio – E’ un appuntamento non solo per esperti del settore ma che è aperto a tutti coloro che vorranno avvicinarsi al mondo del vino casertano attraverso un’offerta mai vista con 121 campioni in degustazione prodotti da 49 aziende delle 5 denominazioni tutelate dal Consorzio Vitica (Asprinio d’Aversa doc, Falerno del Massico doc, Galluccio doc, Ig Roccamonfina, Ig Terre del Volturno). Abbiamo una provincia ricca e straordinaria. Il nostro appello al grande pubblico è di venire a conoscere queste eccellenze e diventare, in futuro, nostri ambasciatori”. Al riguardo nelle giornate del 4 e del 5 dicembre ci saranno i WineDays, aperti a tutti con accesso gratuito, con 121 vini dello stesso territorio in degustazione (8 Asprinio d’Aversa, 29 Falerno, 8 Galluccio, 22 Roccamonfina e 57 Terre del Volturno).

Il programma della manifestazione – che vede anche la partnership con la scuola di cucina “Dolce e Salato” dello chef Giuseppe Daddio – è quantomai ricco. Ad aprire i lavori sabato 4 dicembre, alle 10,30, ci sarà il Forum dal titolo “Il valore delle denominazioni di origine nei processi di sviluppo territoriale della provincia di Caserta: nuove prospettive”. Dopo gli indirizzi di benvenuto da parte del sindaco di Caserta Carlo Marino e del presidente della Camera di Commercio Tommaso De Simone, interverranno, moderati dal giornalista Luciano Pignataro: Salvatore Schiavone (Direttore ICQRF Italia Meridionale), Riccardo Ricci Curbastro (Presidente Federdoc e Equalitas), Riccardo Vecchio (Docente presso il Dipartimento di Scienze Agricole dell’Università “Federico II” di Napoli), Nicola Matarazzo (Coordinatore dei Consorzi di Tutela dei Vini della Campania). Le conclusioni saranno affidate a Cesare Avenia (Presidente del Consorzio Viticaserta-Vitica) e Nicola Caputo (Assessore all’Agricoltura della Regione Campania).

Dopo il convegno, alle 15 di sabato 4 dicembre, ci sarà l’apertura delle degustazioni. Prima un “assaggio al buio” – il WineTasting – dedicato ai doc Asprinio di Aversa e Galluccio e all’Ig Roccamonfina, da parte di una commissione di degustazione formata da esperti del settore (giornalisti, produttori, sommelier). Alle 18 prenderà il via la prima “Masterclass”, curata dall’Ais Caserta, in cui saranno raccontati i vini selezionati come più rappresentativi di ciascuna denominazione dalla commissione di degustazione. “Abbiamo bisogno di conoscere meglio il nostro territorio – ha evidenziato il delegato Ais Caserta Pietro Iadicicco – Questo evento sarà un motivo di confronto e di crescita per tutto il comparto di Terra di Lavoro”.

Domenica 5 dicembre, sempre a San Leucio, alle 11 il WineTasting, stavolta dedicato alle denominazioni Falerno del Massico doc e Terre del Volturno. Contestualmente prenderà il via anche il secondo WineDay. Alle 18 il secondo appuntamento con la “Masterclass”. Lunedì 6 dicembre il WineTour nelle aziende farà calare il sipario sulla tre giorni: un vero e proprio viaggio alla scoperta delle denominazioni casertane, della cultura e delle tradizioni di un territorio autentico e genuino che vanta una storia millenaria.

Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7931 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Carditello Jazz & Wine. Concerti, letteratura e degustazioni

Emozioni ad alta quota nella rassegna Jazz & Wine, in programma da giovedì 26 a domenica 29 agosto, organizzata dalla Fondazione Real Sito di Carditello.Il Carditello Festival, dunque, prende il volo con la mongolfiera,

Primo piano 0 Comments

Dipinti e note musicali, i piccoli alunni alla Brigata Garibaldi

Si è svolta oggi presso la caserma Ferrari Orsi di Caserta, sede del Comando Brigata Bersaglieri Garibaldi, la presentazione del progetto «Arte, sport, musica e movimento» da parte di una

Primo piano 0 Comments

Il principe si pente, è un sogno reale il Campania Teatro Fest

Lunedì 5 luglio, al Campania Teatro Festival diretto per il quinto anno consecutivo da Ruggero Cappuccio e organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival, presieduta da Alessandro Barbano, per “Il Sogno

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply