Terrae Motus, una collezione in movimento

Terrae Motus, una collezione in movimento

(Beatrice Crisci)                Annunciata da mesi, attesa con curiosità, discussa sui social network e sulla stampa. È la straordinaria collezione d’arte Terrae Motus che da oggi primo giugno viene presentata nelle sale della Reggia di Caserta liberate di recente dall’Aereonautica Militare. Che cosa cambia? Innanzitutto che l’esposizione sarà fruibile nella sua interezza, cosa che non capitava da anni e anni. E poi c’è la novità dell’utilizzo di spazi museali neutri, non arricchiti dagli storici affreschi di forte impatto visivo. Si annuncia, e si è già visto in qualche foto pubblicata anche da questa testata, un allestimento che fa della provvisorietà il suo emblema.

IMG_6237Le opere saranno visibili come in un cantiere, in una sorta di work in progress che poi vedrà la collezione trasferirsi in altra sede della Reggia. Insomma, un’esposizione in movimento. D’altronde, il destino è già nel nome. Il motus continua.

@beatricecrisci

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9632 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Arte

Sparaco, il genio della civitas. La targa in sua memoria

(Beatrice Crisci) – “Andrea Sparaco era un genio dell’arte, era un genio dell’amicizia e deve diventare un grande genio della civitas”. Con queste parole il vescovo emerito Raffaele Nogaro ha

Canale TV

Chiesa di San Pietro, l’arte contemporanea dentro il Medioevo

Maria Beatrice Crisci – Incarnati. L’immaginario dentro la storia. È il titolo della collettiva inaugurata nella chiesa di San Pietro Apostolo in Aldifreda a Caserta. A curarla Michelangelo Giovinale. Il

Arte

Slow in Good, Angelo Marra racconta la terra del Fortore

Claudio Sacco Slow is Good. Angelo Marra racconta la terra del Fortore. Appuntamento il 4 settembre a Buonalbergo. Un lavoro di pancia e cuore quello che verrà presentato a Buonalbergo