The Yelling Freedom, la band casertana all’enoteca provinciale

The Yelling Freedom, la band casertana all’enoteca provinciale

Redazione -Grande successo per la band casertana «The Yelling Freedom» durante la serata tenutasi lo scorso Giovedì 14 dicembre presso l’Enoteca Provinciale di Caserta. Emanuele Ventriglia (Voce e Chitarra), Adriano Lucciola (Batteria e percussioni), Pasquale Ricciardi (Pianoforte) e Daniele Gentile (Basso e chitarra) si sono esibiti in un live set «quasi acustico», interpretando un repertorio di brani che ha permesso ai presenti di viaggiare attraverso gli ultimi tre decenni musicali, in un percorso che ha coinvolto tutta la sala. Da Sting a Gianluca Grignani, dai Maroon 5 a Pino Daniele, fino ad alcuni brani, editi e inediti, dello stesso Emanuele Ventriglia. Nel pomeriggio i quattro musicisti si sono esibiti in una Jam Session insieme ai ragazzi delle scuole di musica e agli studenti delle scuole secondarie di primo grado ad indirizzo musicale. La serata si è svolta con il patrocinio della Camera di Commercio di Caserta e della Confartigianato Caserta. Il direttore artistico, la pianista e docente Franca Volpicelli, dichiara: «L’enoteca provinciale è diventata una sala dove si fa musica dal vivo grazie ad un gruppo di ragazzi che, nonostante la loro giovanissima età, hanno dato dimostrazione al pubblico, composto da adulti e adolescenti, di grande maturità musicale. Il loro repertorio molto vario ha permesso a tutti noi di cantare: è stata davvero una serata in cui abbiamo goduto di buona musica».

About author

You might also like

Primo piano

Inno alla vita al Teatro Buon Pastore, concerto lirico dell’Aitf

Alessandra D’alessandro – “Per la vita: il concerto della solidarietà” è il titolo dell’evento ospitato ieri pomeriggio al Teatro Chiesa del Buon Pastore in Piazza Pitesti a Caserta. Un concerto

Cultura

Capodrise. Bertinotti e Nogaro ospiti al Palazzo delle Arti

Pietro Battarra – Ospiti d’eccezione giovedì aprile alle ore 18 al Palazzo delle Arti di Capodrise. Fausto Bertinotti e Raffaele Nogaro per una riflessione laica e religiosa, nello spirito di

Editoriale

Resa di Caserta, non ci sarebbe 25 aprile senza quel 29 aprile

Nando Astarita*  – Il 29 aprile del 1945 la Reggia fu teatro di un evento di straordinaria importanza storica: la Resa Incondizionata delle truppe tedesche in Italia. Grazie ad essa