Tutto in un giorno, il photo day di Alterum tra mostre e scatti

Tutto in un giorno, il photo day di Alterum tra mostre e scatti

Claudio Sacco

 – Sarà «photo day» sabato 15 giugno pCasertaFotografiaer l’edizione 2019 di CasertaFotografia. Un sabato intero all’associazione culturale Alterum di San Nicola la Strada (via Appia 102) a partire dalle 9,30 con l’apertura delle mostre, l’inizio dell’estemporanea fotografica «One shot / Uno scatto» e la lettura portfolio. Dopo la pausa pranzo, a partire dalle 15, spazio all’editoria di settore e a una videointervista al grande fotografo Mimmo Jodice. Alle 18 poi la cerimonia finale. L’organizzazione è firmata da Titti D’Abbraccio, Giuseppe «Pino» Di Meo, Antonio e Luigi Russo.

QuesCasertaFotografiate le parole della presidente Titti D’Abbraccio: “La mia associazione Alterum è interessata a qualsiasi forma di arte e cultura. Quindi, è per me un onore e un piacere ospitare per il secondo anno consecutivo l’edizione di CasertaFotografia. Saranno in esposizione tre mostre nelle varie stanze dell’associazione e all’esterno nel cortile. Sarà possibile dalla mattina visitarle e assistere alle letture portfolio. La giornata si concluderà in serata con la premiazione dei migliori portfolio e i vincitori dell’estemporanea fotografica. Una giornata da non perdere”.

Ben tre le mostre allestite. Enzo Battarra sulle pagine del quotidiano Il Mattino scrive: “Centrale è «FotoApPosta 2019», l’esposizione di mail art fotografica con fotocartoline di autori nazionali dalla collezione di Giorgio Tani, presidente onorario della Fiaf, la Federazione italiana delle associazioni fotografiche. Questi scatti rappresentano un interessante spaccato delle tendenze della fotografia in Italia dalla fine degli anni ’80 a oggi. Un’altra mostra è dedicata ad Angela Maria Antuono, fotoamatrice di Caianello, e al suo ciclo «I sud», scatti di personaggi genuini che interpretano luoghi, anche contraddittori, ancorati saldamente alle tradizioni rurali, alla religiosità e al vivere semplicemente la quotidianità. La terza esposizione è il portfolio «Trapassato & presente» del napoletano Angelo Moscarino, selezionato nella scorsa edizione e vincitore del premio Alterum Portfolio”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9740 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Adottato Palazzo Paternò, il video del Manzoni va in Archivio

Il coronavirus non ferma il ‘culto’ per le bellezze dell’arte e gli studenti del Liceo “Alessandro Manzoni” di Caserta. I ragazzi infatti scendono ancora una volta in campo a difesa del patrimonio

Primo piano

Campionati Studenteschi di Atletica Leggera, vittoria per il Quercia

(Comunicato stampa) -Alle Finali Nazionali dei Campionati Studenteschi di Atletica Leggera, che si sono svolti a Pescara dal 28 al 30 maggio 2024 , il Liceo “Federico Quercia” ha dimostrato

Economia

Giovani e formazione. C’è il Progetto Fit finanziato dall’Europa

Favorire la formazione professionale e lo sviluppo di competenze tecniche, linguistiche e trasversali attraverso un’esperienza di mobilità all’estero: questo l’obiettivo di ‘Fashion International Internship’ (acronimo F.I.T.), progetto finanziato dall’Unione Europea