Un canestro per l’Unicef. In campo la solidarietà

Un canestro per l’Unicef. In campo la solidarietà

La solidarietà con il sorriso. Il 9 aprile, alle 10, il PalaMaggiò di Castel Morrone ospiterà «Un canestro per Unicef», triangolare di basket a sostegno della campagna dell’Unicef #tuttigiùperterra per ricordare i bambini migranti morti in mare. Si sfideranno «all’ultimo canestro» gli «Amici di Unicef Italia, i comici del programma televisivo di Rai 2 «Made in Sud» e il cast del film «Gramigna», prodotto da «KlanMovie». La manifestazione, nata da un’idea di Emilia Narciso di Unicef Caserta, sarà condotta da Dino Piacenti e trasmessa in diretta radiofonica da CRC Targato Italia. Il commento sportivo sarà affidato a Giovanni Bocciero e a Sergio Donadoni, cestista vincitore nel 1991 dello scudetto con la Juve Caserta. Poiché tutti i professionisti hanno scelto di lavorare a titolo gratuito, l’intero l’incasso sarà devoluto alla campagna Unicef «Bambini in pericolo». Unicef Italia sarà rappresentata dal direttore generale Paolo Rozera, da Chiara Ricci, responsabile dell’Area volontari e programmi, e dai tantissimi volontari, la vera forza dell’organizzazione, senza i quali la manifestazione non si sarebbero potuta svolgere. «Un canestro per Unicef» è patrocinata dalla Provincia di Caserta e da «Suncreacultura» della Seconda università degli Studi di Napoli, ha come partner tecnico e prezioso compagno di viaggio la Pallacanestro «San Michele» di Maddaloni e il sostegno degli istituti scolastici «Cimarosa» di Aversa, «Gaglione» di Capodrise e «Giordani» di Caserta. Gli studenti animeranno una cerimonia di inizio che si preannuncia emozionante, simulando le onde del mare, quel mare che inghiotte vittime innocenti, e delle barche, metafora di salvezza e di speranza. Con i ragazzi, anche una delegazione della Marina militare e della Capitaneria di porto di Napoli e la Fanfare dei bersaglieri della brigata «Garibaldi» di Caserta, che intonerà l’inno d’Italia. Alcuni dei nomi, ma solo alcuni, degli «atleti» che scenderanno in campo: per l’Unicef, il direttore Rozera, i magistrati Giovanni Conzo e Nicola Graziano, il docente Sun Emilio Tucci e l’attore e regista Pierluigi Tortora. Per «Made in Sud», Mimmo Manfredi dei «Ditelo voi», Oreste Ciccariello dei «Malincomici, il duo Tony Matranga e Emanuele Minafò, Mino Abbacuccio «il tatuatore». Per «Gramigna», oltre al regista Sebastiano Rizzo e a Luigi Di Cicco (che ha ispirato il film), gli attori Enrico Lo Verso, Gianni Ferreri, Antonio Rinaldi, Gianluca Di Gennaro, Ciro Petrone, Gennaro Santoro, Roberto Caccioppoli, Luigi Bignone e Massimo Mahieux. Hanno confermato la loro presenza, tra gli altri, il presidente della provincia Angelo Di Costanzo, il rettore della Sun Giuseppe Paolisso, il viceprefetto di Caserta, Stefano Italiano, il questore di Caserta, Francesco Messina, il presidente tribunale Napoli Nord Elisabetta Garzo, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Rosa D’Eliseo e l’ammiraglio Arturo Faraone, Direttore marittimo della Campania e comandante del porto di Napoli.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7163 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

E’ nata una stella, Aurora Leone è in finale a Italia’s got talent

Marco Cutillo – Aurora Leone bis, sarà finale! E’ sera, tardi, nel pieno dei festeggiamenti. Il telefono è lontano dal divano, i giornalisti hanno compiti davvero ingrati. Tra questi è annoverata

Primo piano

Un romanzo al bacio, il jazz nel nuovo libro di Tony Laudadio

Magi Petrillo – Pur non essendo un polar, si deve per forza arrivare alla fine e nel più breve tempo possibile, non è di quei romanzi che tu lasci giacere

Cultura

Roccamonfina, “L’Oro Bruno” di Nadia Verdile libro da gustare

Claudio Sacco – «L’Oro Bruno» è il titolo dell’ultimo lavoro di Nadia Verdile. Un volume dedicato ai funghi e alle castagne di Roccamonfina e che è il novantacinquesimo, della Collana

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply