Vita a San Leucio al tempo del Codice, una esperienza teatrale

Vita a San Leucio al tempo del Codice, una esperienza teatrale

Maria Beatrice Crisci

-«Il sogno Reale e i Borbone di Napoli. Vita a San Leucio al tempo del Codice». Non una classica visita guidata, ma un’esperienza teatrale al Real Sito del Belvedere. L’iniziativa che ha avuto un’anteprima ieri sera, prende il via oggi ed è ideata, scritta e coordinata dall’Ufficio tecnico-scientifico del Comune di Caserta per il Campania Teatro Festival. È questa la rassegna multidisciplinare diretta per il quinto anno consecutivo da Ruggero Cappuccio e organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival, presieduta da Alessandro Barbano.

A guidare i visitatori all’interno delle sale del Museo della seta vari personaggi interpretati dalle guide turistiche. Sono loro a narrare alcuni aspetti poco conosciuti legati al Codice delle Leggi leuciano, opera di grande spessore sociale voluta dal re Ferdinando IV di Borbone e dalla consorte Maria Carolina d’Austria. Alla fine della visita, gli ospiti vengono accompagnati in caffetteria dove è offerta una delizia borbonica. Le visite prevedono gruppi di massimo quindici persone e si svolgeranno in questo fine settimana e nel prossimo, alle 19, 19.45 e 20.30. Tra il pubblico per l’anteprima anche il sindaco di Caserta Carlo Marino.

Ezia Pamela Cioffi, direttrice del Real Sito e vero motore delle visite teatralizzate, sottolinea: «Al momento abbiamo già 250 prenotazioni. Contemporaneamente saranno coinvolti altri musei e siti turistici del territorio. Il progetto di Ruggero Cappuccio, a cura di Marco Perillo, è dedicato alle meraviglie dell’epoca». Sette scrittori italiani hanno realizzato sette racconti ispirati a personaggi e luoghi relativi alla Real Casa di Napoli, interpretati da sette attori di rilievo del panorama nazionale. Questo focus – reale e immaginario – sul secolo del Regno è completato dalla condivisione di iniziative dei 14 siti che hanno aderito al progetto Il Sogno Reale: Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica al Museo di Capodimonte, il Palazzo Reale di Napoli al tempo di Carlo di Borbone, il Mann all’epoca dei Borbone, Stelle di re. Capodimonte, la terrazza di Napoli sull’universo all’Osservatorio Astronomico, Galleria Borbonica, alla scoperta del percorso di Ferdinando II. E ancora, Francischiello. L’ultimo re di Napoli a Villa Campolieto, Viaggio nella Storia da Carlo di Borbone a Pio IX nella Reggia di Portici, La linea ferroviaria Napoli-Portici al Museo di Pietrarsa, alla scoperta del Teatro Antico di Ercolano. Quindi, l’Itinerario Borbonico di Pompei, Viste borboniche nel Parco Archeologico di Paestum, Apertura straordinaria della Real Casina di Caccia di Persano. Infine, Sotto le stelle di Carditello. Necessaria la prenotazione via mail: belvedere@comune.caserta.it. Per informazioni: www.belvederedisanleucio.it. Telefono: 0823 273151/2.

Il complesso degli appartamenti storici e della manifattura di San Leucio restituisce un’immagine dell’epoca borbonica differente da quella offerta in altri importanti Siti Reali, proprio per la sua specificità. Fabbrica, Reggia, Azienda vitivinicola,  ieri sostenuta dal Re, oggi protetta dall’Unesco e gestita dal Comune di Caserta, conserva i suoi tesori nel Museo della seta ed offre altre possibilità di fruizione oltre alle visite: eventi, convegni, meeting, matrimoni civili. Il Museo è composto da diverse sezioni: la sezione di archeologia industriale, ossia l’antica Fabbrica della Seta, l’Appartamento Storico e i Reali Giardini. Ciò che caratterizza questo Sito è lo strettissimo rapporto storico determinato dall’edificio-contenitore e la raccolta di beni presente in esso formandone un tutt’uno. Il percorso di visita è arricchito da dispositivi multimediali che aiutano la comprensione dell’enorme lavoro.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9728 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Annual Award 2017, la finale alla Reggia di Caserta

(Luigi D’Ambra) – Manca davvero poco alla finale della terza edizione dell’Academy imprenditoriale. Dieci i team pronti a sfidarsi con idee innovative, business project e proposte imprenditoriali per realizzare un

Primo piano

Mad Mood, il Giordani in passerella alla Milano Fashion Week

(Comunicato stampa) -Mad Mood 2024 domenica 18 e lunedì 19 febbraio gli eleganti Chiostri di San Barnaba, a Milano, alle spalle di Palazzo di Giustizia, hanno ospitato l’edizione 2024 dell’ormai

Comunicati

Nostos Teatro Aversa, va in scena “Oscae Personae”

-Domenica 15 gennaio alle 19.00, al Nostos Teatro di Aversa, va in scena lo spettacolo “Oscae Personae”, rilettura della Fabula Atellana, antica forma di teatro italico, riproposta in modo nuovo, in chiave più contemporanea e idonea alla fruizione del pubblico