Adotta un monumento, la medaglia al Manzoni per la Chiesa di Sant’Elena

Adotta un monumento, la medaglia al Manzoni per la Chiesa di Sant’Elena

-Anche quest’anno il Liceo “Manzoni” – guidato dal Dirigente Scolastico Adele Vairo – torna sul podio del
Progetto “Missione Cultura: i monumenti adottati dalle scuole italiane, fari di luce nel deserto”, giunto
alla settima edizione. Il progetto promosso dalla Fondazione Napoli Novantanove – in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e il
Consiglio Nazionale delle Ricerche – mira a promuovere il rispetto e la tutela del patrimonio storico-
artistico. Nella mattinata di ieri la cerimonia di premiazione. Gli studenti del Campus Manzoni, guidati dalla Professoressa Donatella Sandias (referente del progetto), hanno scelto di adottare la Chiesetta di
Sant’Elena, sita nelle immediate vicinanze del Palazzo Reale e tanto amata da Luigi Vanvitelli. La Chiesa
versa da anni in stato di abbandono e degrado, ma, grazie ai lavori di restauro, sarà presto restituita alla
città di Caserta.
Gli alunni delle classi 2A e 3C del Liceo Classico hanno realizzato un video “Sant’Elena: la storia, il restauro, la restituzione”. Data la difficoltà nel reperire notizie, è stato prezioso l’aiuto dell’Arch. Dante Specchia, Delegato FAI di Caserta e Direttore dei lavori di restauro della chiesa.
Ma quali i motivi di questa scelta? Per scoprire la storia di un momento importante – ma poco noto – e
comprendere come sia stato possibile abbandonarlo al degrado per anni. Caserta, spesso identificata con la sola Reggia, è, invero, ricca di ‘tesori’ storico-artistici.
“I nostri studenti sono animati da un grande sentimento di appartenenza al territorio e sono sempre
entusiasti di conoscere le bellezze artistiche dei luoghi in cui vivono – ha dichiarato la Dirigente Vairo – il
patrimonio culturale implica un legame condiviso, l’appartenenza a una comunità, poiché rappresenta la
nostra storia e la nostra identità. La conoscenza della propria realtà territoriale è un dovere, che ogni
giovane ‘viaggiatore della vita’ dovrebbe assolvere”.

About author

You might also like

Primo piano

Caserta. Festa di Natale per i piccoli commercialisti

Maria Beatrice Crisci – Anche quest’anno il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Caserta ha organizzato la Festa di Natale destinata ai “piccoli commercialisti”, ormai alla sua nona

Cultura

Un saluto commosso a Giorgio Albertazzi, protagonista a Caserta e nel mondo

Beatrice Crisci – Lui era un vero cittadino del mondo. E come tale aveva recitato ovunque. Ma con Caserta aveva un buon rapporto, spesso tornava qui, in quella città che un

Cultura

Università Parthenope, riconoscimenti dalla Francia agli studenti

Pietro Battarra -Grande fermento culturale tra i francesisti dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, il gruppo di studiosi guidato da Carolina Diglio, professore ordinario di Lingua e Letteratura francese, coordinatore