Aperture e festività, i dati. La Reggia seconda in Campania

Aperture e festività, i dati. La Reggia seconda in Campania

Luigi Fusco

-Tempo di bilanci per il Ministero della Cultura. A conclusione delle festività natalizie, ma soprattutto del 2022, al MiC tirano le somme comunicando i dati relativi all’affluenza nelle aperture straordinarie dei musei e dei siti della cultura di pertinenza dello stato, facendo riferimento alle date del 26 dicembre scorso e dell’1 e del 2 gennaio del corrente anno. Il numero complessivo degli ingressi è stato 400.353. 

Nel contempo sono stati resi noti anche i luoghi più gettonati dai visitatori. Ai primi posti si sono piazzati il Pantheon con 60.803 ingressi, il Colosseo con 38.360, il Foro Romano e Palatino con 28.830.

Non solo Roma, ma, come da consuetudine, turisti nostrani e stranieri hanno invaso i musei di Firenze, dagli Uffizi alla Galleria dell’Accademia. Bene sono andati anche i Musei Reali di Torino, il Palazzo Ducale di Mantova e il Museo Storico e Parco del Castello di Miramare a Trieste. Oltre le aspettative sono stati invece i risultati raggiunti agli istituti culturali della Campania. 

Come ormai avviene da anni, una grande affluenza ha registrato il Parco Archeologico di Pompei con 21.213 visitatori, Castel Sant’Elmo e Museo del Novecento di Napoli con 8.157, il Palazzo Reale di Piazza del Plebiscito con 8.151, il Museo Archeologico Nazionale con 6.351, la Certosa e Museo di San Martino con 5.252, il Parco Archeologico di Paestum e Velia con 4.296, il Parco Archeologico di Ercolano con 3.991 e il Museo di Capodimonte con 3.716.

Ottimo è stato invece il numero di accessi alla Reggia di Caserta che, nel periodo indicato dall’indagine condotta dal Ministero, ha accolto ben 10.329 visitatori, collocandosi al 9° posto a livello nazionale e al 2° in ambito regionale.

“L’impegno per tenere aperti i grandi musei e parchi archeologici nei giorni del 26 dicembre, 1 e 2 gennaio è stato premiato da una grande partecipazione di pubblico – ha commentato il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano – È bello vedere tanta gente che corre ad apprezzare le opere della nostra nazione. Ringrazio il personale per questo sforzo. Tutto questo ci spinge a far sempre meglio con una svolta in termini qualitativi nell’offrire servizi sempre più moderni ed efficienti. Spenderemo bene e rapidamente quelle risorse che il PNRR mette a disposizione per migliorare il sistema museale”.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 846 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Attualità

Open Day al Liceo San Leucio. Nespoli, scuola fucina di talenti

-Dopo la riconferma dell’indagine Eduscopio come migliore liceo artistico della provincia, il “San Leucio” si presenta alla comunità con due giorni da non perdere: sabato 22 e giovedì 27 gennaio,

Primo piano

Al Museo Civico di Maddaloni riflettori sulla storia

(Claudio Sacco) – Sarà il Museo Civico di Maddaloni ad ospitare giovedì 23 marzo alle 17,30 la cerimonia d’inaugurazione della mostra “Aspetti di vita maddalonese dall’Unità d’Italia alla Seconda Guerra

Cultura

Grafica multimedia a Terre Blu, la cerniera tra scuola e lavoro

Maria Beatrice Crisci  – Presentato al centro Terre Blu in via San Nicola 27 a Caserta  il percorso formativo “Grafica Multimedia”: un corso sperimentale che dura tre anni, equivalente e