Aperture e festività, i dati. La Reggia seconda in Campania

Aperture e festività, i dati. La Reggia seconda in Campania

Luigi Fusco

-Tempo di bilanci per il Ministero della Cultura. A conclusione delle festività natalizie, ma soprattutto del 2022, al MiC tirano le somme comunicando i dati relativi all’affluenza nelle aperture straordinarie dei musei e dei siti della cultura di pertinenza dello stato, facendo riferimento alle date del 26 dicembre scorso e dell’1 e del 2 gennaio del corrente anno. Il numero complessivo degli ingressi è stato 400.353. 

Nel contempo sono stati resi noti anche i luoghi più gettonati dai visitatori. Ai primi posti si sono piazzati il Pantheon con 60.803 ingressi, il Colosseo con 38.360, il Foro Romano e Palatino con 28.830.

Non solo Roma, ma, come da consuetudine, turisti nostrani e stranieri hanno invaso i musei di Firenze, dagli Uffizi alla Galleria dell’Accademia. Bene sono andati anche i Musei Reali di Torino, il Palazzo Ducale di Mantova e il Museo Storico e Parco del Castello di Miramare a Trieste. Oltre le aspettative sono stati invece i risultati raggiunti agli istituti culturali della Campania. 

Come ormai avviene da anni, una grande affluenza ha registrato il Parco Archeologico di Pompei con 21.213 visitatori, Castel Sant’Elmo e Museo del Novecento di Napoli con 8.157, il Palazzo Reale di Piazza del Plebiscito con 8.151, il Museo Archeologico Nazionale con 6.351, la Certosa e Museo di San Martino con 5.252, il Parco Archeologico di Paestum e Velia con 4.296, il Parco Archeologico di Ercolano con 3.991 e il Museo di Capodimonte con 3.716.

Ottimo è stato invece il numero di accessi alla Reggia di Caserta che, nel periodo indicato dall’indagine condotta dal Ministero, ha accolto ben 10.329 visitatori, collocandosi al 9° posto a livello nazionale e al 2° in ambito regionale.

“L’impegno per tenere aperti i grandi musei e parchi archeologici nei giorni del 26 dicembre, 1 e 2 gennaio è stato premiato da una grande partecipazione di pubblico – ha commentato il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano – È bello vedere tanta gente che corre ad apprezzare le opere della nostra nazione. Ringrazio il personale per questo sforzo. Tutto questo ci spinge a far sempre meglio con una svolta in termini qualitativi nell’offrire servizi sempre più moderni ed efficienti. Spenderemo bene e rapidamente quelle risorse che il PNRR mette a disposizione per migliorare il sistema museale”.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1084 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Spettacolo

Here, there… and blue. Il progetto firmato Forlani-Condorelli

Emanuele Ventriglia -Comunicazione urgente per gli amanti del jazz e dei Beatles: è ufficialmente fuori «Here, there… and blue – Abbey Roads Stories», il nuovo progetto discografico del pianista Sergio

Primo piano

Caserta città green, sale su nella classifica di Legambiente

-La città di Caserta sale alla 66esima posizione della consueta classifica di Legambiente “Ecosistema urbano” che fotografa ogni anno le performance delle città capoluogo italiane relativamente alle tematiche ambientali.  Un

Arte

Museum Day. Prima la festa, poi la Reggia si fa bella di notte

Pietro Battarra – La Reggia aderisce alla Festa dei Musei del MiBAC, promuovendo una serie di eventi collegati al tema promosso da ICOM Italia per la Giornata internazionale dei Musei (IMD): “Musei come hub