Aurora Baruto, la giovane star dei social al Campania

Aurora Baruto, la giovane star dei social al Campania

(Comunicato stampa) – Aurora Baruto, la giovanissima star dei social, con più di 4 milioni di follower su TikTok e oltre un milione su Instagram, venerdì 10 novembre sarà al Centro Commerciale Campania di Marcianise, in provincia di Caserta. L’influencer dalle 17.30 in Piazza Campania sarà protagonista di un Talk Show, nel corso del quale risponderà alle domande inviate proprio dai suoi followers su Instagram e TikTok. A seguire incontrerà i fan in un Meet&Greet per scattare delle foto con loro. Nata ad Adria, in provincia di Rovigo, il 17 ottobre 2003, Aurora sin da piccola ha praticato danza classica, hip hop e ginnastica artistica e oggi fa parte della Stardust House, una popolare abitazione dove vivono alcuni dei tiktoker più giovani e promettenti d’Italia. Grazie ai suoi video POV su TikTok e al suo talento comico, oggi è uno dei personaggi più seguiti e richiesti dai giovani. Per accedere all’incontro esclusivo con Aurora è necessario scaricare l’app IO&CAMPANIA ed essere in possesso del pass che potrà essere ritirato dalle ore 10 dell’8 Novembre presso l’Info Point di Piazza Centrale.
Ulteriori dettagli nella sezione “Eventi” del sito www.campania.com

About author

You might also like

Cultura

Non solo saldi. Al Centro Campania il mese di luglio è tutto in jazz

Luglio in Jazz è giunto alla sua V edizione. In cinque anni sul palco del Centro Commerciale Campania sono saliti musicisti di fama internazionale; negli anni la rassegna si è

Spettacolo

Palapartenope, arriva Luchè con “Dove volano le aquile“

-Una data decisamente speciale quella di Napoli per il DVLA TOUR di LUCHÈ, che porterà il nuovo progetto discografico DOVE VOLANO LE AQUILE – tra successi e hit del passato – il 29 novembre 2022 sul grande palco del Palapartenope. La

Primo piano

Casolla e Marcianise, restituite due tele e un presepe del ‘700

Luigi Fusco -Un’importante operazione di recupero di opere d’arte trafugate è stata condotta dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio di Napoli e dal Comando di Marcianise. Coadiuvati dalla Procura della